I Maneskin da Rotterdam per l’Eurovision: ‘Ci interessa più far conoscere la nostra musica che vincere’

Questa mattina la band romana è salita sul palco dell'Ahoy Arena di Rotterdam, che ospita la manifestazione, per la seconda prova di scena e durante una conferenza ha scoperto in quale momento della finale, in programma il prossimo 22 maggio, si esibirà.
I Maneskin da Rotterdam per l’Eurovision: ‘Ci interessa più far conoscere la nostra musica che vincere’
Credits: Gabriele Giussani

Mancano pochi giorni all’inizio dell’Eurovision Song Contest 2021 che, in programma dal 18 al 22 maggio presso l'Ahoy Arena di Rotterdam, dove in questi giorni i concorrenti stanno già effettuando le prime prove sul palco, vedrà l’Italia venire rappresentata dai Maneskin con "Zitti e buoni", la canzone vincitrice della settantunesima edizione del Festival di Sanremo.

Il passaggio della band romana, che a Rotterdam presenterà una versione “pulita” del suo singolo sanremese contenuto nel suo ultimo album “Teatro d'ira - Vol. I", avverrà direttamente alla finale di sabato prossimo, dal momento che l’Italia è finalista di diritto. In occasione della conferenza stampa virtuale tenutasi oggi, 15 maggio, i Maneskin hanno scoperto in quale momento della finale si esibiranno. Durante l’incontro la moderatrice ha sorteggiato che la formazione capitolina salirà sul palco durante la seconda parte della finale, suonando quindi in una posizione decisa dalla produzione compresa tra il numero 14 e il numero 26.

Sempre nella mattinata della giornata odierna, prima dell'incontro con la stampa, il quartetto è inoltre salito nuovamente sul palco dell'Ahoy Arena di Rotterdam per la seconda prova, che - come dal video riportato più avanti - questa mattina li ha visti esibirsi con vestiti di scena di pelle rossa. A differenza di quanto visto durante la prima prova, però, questa volta l’esecuzione di "Zitti e buoni” non si è conclusa con fuochi d’artificio.

“La seconda prova è andata molto bene”, ha raccontato, a margine di una conferenza virtuale, Claudio Santucci dello studio Giò Forma, a Rotterdam in qualità di creative director delle performance dei Maneskin. Ha aggiunto: “Tutto il team qui a Rotterdam ha fatto un lavoro davvero eccellente: segue tutte le nostre indicazioni e ci permette di ottenere esattamente ciò che vogliamo proporre. La performance dei Maneskin sarà un’esibizione potente ed energica. Soprattutto dopo un anno caratterizzato dall’assenza di spettacoli dal vivo, vogliamo trasmettere l’energia di questa band attraverso lo schermo”.

Dopo aver sottolineato che con la loro musica i Maneskin vogliono incoraggiare le persone a esprimere se stesse, con il frontman Damiano David che ha spiegato: ‘Il messaggio della nostra canzone ‘Zitti e buoni’ è quello di essere se stessi, non ascoltare i commenti negativi delle altre persone ed esprimere semplicemente se stessi”, la bassista Victoria De Angelis ha spiegato quanto per la band l’aspetto estetico, unito alla sua musica, sia una parte importante del progetto.

“L’estetica è una parte importante per noi, perché è un modo per esprimersi. Attraverso il nostro modo di vestire e di stare sul palco sentiamo di poter esprimere meglio il nostro messaggio e le nostre sensazioni”, ha detto Victoria, che ha aggiunto: “Vogliamo fare arrivare anche un messaggio di libertà attraverso i nostri look, ovvero quello di non seguire regole di genere o su quali vestiti indossare”.

Oltre a dichiarare che una delle differenze tra il Festival di Sanremo e Eurovision Song Contest è che “dobbiamo parlare in inglese”, la formazione di “Il ballo della vita” ha successivamente raccontato di aver scelto di presentare alla recente edizione della kermesse sanremese proprio il brano “Zitti e buoni” - con cui sono in gara anche all’Eurovision - perché “abbiamo deciso di portare a Sanremo qualcosa di insolito per quel tipo di evento”. Damiano David ha inoltre spiegato:  “Non. abbiamo partecipato a Sanremo con l’intenzione di vincere e partecipare all’ Eurovision, ma ovviamente. ci speravamo molto”. A lui ha fatto eco Victoria che, presente in conferenza insieme al cantante dei Mankesin oltre che al chitarrista Thomas Raggi e al batterista Ethan Torchio, ha narrato: “La cosa più importante per noi non è la vittoria ma la possibilità di far ascoltare la nostra musica a più gente possibile”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.