Gli Asia e "Heat of the Moment", l'incontro tra prog e pop

Il primo singolo del supergruppo britannico sbancò le classifiche di vendita
Gli Asia e "Heat of the Moment", l'incontro tra prog e pop

Questa è una storia che ha inizio quaranta anni fa, una storia del 1981. La storia di quello che viene definito 'supergruppo'. Un band formata da ex componenti di gruppi eccellenti. Il chitarrista Steve Howe, infatti, aveva suonato nei disciolti Yes; il tastierista Geoff Downes aveva alle spalle una breve militanza negli Yes e insieme a Trevor Horn aveva dato vita ai Buggles; il bassista e cantante John Wetton negli anni Settanta aveva contribuito alle fortune di Family, King Crimson, Uriah Heep e UK; da ultimo il batterista Carl Palmer era reduce dagli Emerson, Lake & Palmer. Questi magnifici quattro, accomunati dalla frequentazione dei quartieri alti dell'area della musica prog, unirono le loro forze per dare vita agli Asia.

La band si formò sotto una buona stella e, come accade nelle migliori fiabe, fecero centro al primo tentativo. Il loro eponimo album, pubblicato nel marzo del 1982, un paio di mesi più tardi, a maggio, raggiunse il primo posto della classifica di vendita statunitense e ci rimase per nove settimane. A fine anno risultò il disco più venduto del 1982 negli Stati Uniti. Una canzone su tutte fece le fortune dell'album: "Heat of the moment".

Così Carl Palmer spiegò come si unì agli Asia: "Erano i primi anni '80 e gli Emerson, Lake & Palmer per come stavano non potevano continuare.

Non passavamo in radio. L'America era diventata molto, molto 'corporate'. La musica degli Asia era pop, ma aveva una marcia in più". Questo, invece, il punto di vista di John Wetton: "Il prog era ancora profondamente dentro noi quattro, ma con gli Asia gli abbiamo tolto il superfluo. Abbiamo preso le nostre canzoni da 12 minuti e rimosso i 10 minuti in eccesso. Gli ingredienti con cui eravamo cresciuti furono mantenuti, ma li abbiamo portati in un contesto più succinto". Prima di fonderla con un'idea di Geoffrey Downes, l'altro autore di "Heat Of The Moment", Wetton aveva composto il ritornello della canzone come fosse una ballata country western. Wetton ci ha anche scherzato sopra: "Era in 6/8 e sarebbe stata un'ottima canzone country. Ma, come accadde molte volte in quel primo album degli Asia, Geoff aveva una strofa che combaciava perfettamente con il mio ritornello, o viceversa.".

A distanza di tempo Geoff Downes ammette che il suo pezzetto era piuttosto simile a "Video Killed The Radio Star" dei Buggles.

"Mi è stato fatto notare spesso, ma plagiare se stessi è okay. È stato solo quando siamo entrati in studio che abbiamo pensato di aggiungere la intro che distingue la canzone." John Wetton è estremamente orgoglioso del testo: "È l'unica canzone che io abbia mai sentito che inizia con delle scuse (‘I never meant to be so bad to you/One thing I said that I would never do’). Non è andata così male per un qualcosa provato come un piccolo esperimento proprio alla fine della seduta di registrazione." Non era comunque un tentativo da parte di Downes di scusarsi con qualcuno in particolare, ha detto: "Sono due o tre persone mischiate insieme. Questa è una caratteristica del mio stile di scrittura. Ho sempre scritto sulle ex fidanzate o sui miei nemici ma mischiando insieme." Downes crede che il brano sia perfetto in ogni sua parte: "Ricordo ancora John Kalodner (un produttore, ndr) dire, 'Non sarebbe mai stato un successo se non fosse stato per la intro di chitarra'. Io allora gli risposi, 'E il ritornello, i testi, la sequenza degli accordi? E le percussioni così insolite?'".

L'opinione di Carl Palmer su "Heat Of The Moment" è così espressa: "Sono ancora sbalordito che la canzone non prenda mai effettivamente quota.

Si ferma e riparte, si ferma e riparte, ma è davvero connessa con la gente. Vorrei che John e Geoff ne potessero scrivere un'altra come questa." L'unica persona che aveva qualche dubbio sulla bontà del brano era anche colui che avrebbe dovuto suonare la fondamentale intro di chitarra, ovvero Steve Howe. Come ha confessato una volta John Wetton sorridendo: "Una volta scritta la canzone, ciò che rimaneva da fare era convincere Steve a suonarla". E Downes ha aggiunto: “Per essere onesti nei confronti di Steve, era una parte molto, molto poco Steve. Sicuramente lui sentiva che era troppo allegra per i suoi gusti, ed era un poco combattuto, ma alla fine l'ha fatta. E, naturalmente, è diventata il nostro più grande successo". Palmer ricorda quando "Heat Of The Moment" venne registrata in studio, "alle due del mattino, molto tardi la mattina", forse proprio nel tentativo di far apparire a Howe che fosse un brano poco importante, "Non è andato così male per essere un qualcosa fatto poco più come esperimento alla chiusura dei lavori di giornata.".

L'album "Asia" uscì nel marzo 1982 e godette di un tempismo semplicemente perfetto. Negli Stati Uniti, infatti, MTV era stata aperta da poco meno di un anno, nell'estate 1981, stava spopolando e dette una grande spinta al disco. Al suo apice, ogni giorno, venivano acquistate 80.000 copie dell'album. Geoff Downes ricorda con grande soddisfazione quando si rese conto del successo: "Io e John eravamo negli Stati Uniti e la nostra canzone suonava nell'autoradio. Abbiamo cambiato stazione e veniva suonata anche lì. Era pazzesco. E molto emozionante."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.