Si finge Michael Bolton e ruba a una donna 20 mila euro

Finanziamenti ai terroristi, minacce e richieste di denaro: una storia assurda nella quale è finita una fan italiana del cantante.
Si finge Michael Bolton e ruba a una donna 20 mila euro

Le cronache locali riminesi raccontano una vicenda che fa sorridere per il personaggio coinvolto a sua insaputa, Michael Bolton, ugola d'oro del pop americano che ha scalato le classifiche tra la fine degli Anni '80 e i primi Anni '90 con ballatone come "How am I supposed to live without you", "How can we be lovers" e "When a man loves a woman" (in Italia duettò nel 2008 con Anna Tatangelo a Sanremo sulle note de "Il mio amico"), ma che in realtà è quasi tragica. È la storia di una truffa sentimentale che ha visto una signora riminese di 65 anni, fan del cantante americano, essere derubata di 20 mila euro.

La donna è caduta in una trappola sui social quando lo scorso autunno, dopo essersi iscritta ad un gruppo Facebook dedicato a Michael Bolton e aver postato un pensiero sulla bacheca, ha ricevuto un messaggio privato da un account che aveva il nome e la foto del cantante. La donna ha creduto che si trattasse di Michael Bolton in persona, con il quale ha iniziato a chattare: ma dietro c'era una banda di truffatori.

Ad un certo punto il sedicente Bolton ha pure iniziato a confidarsi con la signora, facendole credere di essere in difficoltà economiche a causa del Covid, con i concerti annullati e la promozione ferma, chiedendole poi il permesso per inviarle a casa un pacco contenente del denaro per poter riprendere attività con i conti bloccati. Pochi giorni dopo, una presunta diplomatica internazionale ha contattato la donna facendole sapere che il pacco era stato bloccato alla Dogana e che avrebbe dovuto pagare 4 mila euro tramite bonifico per liberarlo. Poi altre richieste di denaro: "Se non paghi, sarai accusata di finanziare il terrorismo e arrestata". In poco tempo i bonifici hanno raggiunto la cifra di 20 mila euro.

Solo di fronte all'ennesima richiesta di denaro la signora riminese si è finalmente decisa a confidarsi con i familiari e a sporgere denuncia alla polizia postale, che si è messa sulle tracce degli autori della truffa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.