Concerto del Primo Maggio e polemiche: e se al posto di Fedez ci fosse stato Povia?

Vi propongo un esercizio di onestà intellettuale
Concerto del Primo Maggio e polemiche: e se al posto di Fedez ci fosse stato Povia?

Questo mio commento, scritto nella notte fra l'1 e il 2 maggio, sta suscitando numerose reazioni sui social di Rockol. Molte di queste reazioni sono critiche, anzi praticamente tutte, e non mi sorprende che sia così: capisco che provare a sottrarsi alle reazioni pavloviane dettate dal pensiero unico sia una pratica che espone inevitabilmente all'insulto automatico, me l'aspettavo, e non mi colpisce più di tanto.

Semmai mi fa sorridere che probabilmente buona parte di quelli che hanno commentato negativamente il mio articolo siano gli stessi che, ogni volta che in passato abbiamo scritto di Fedez per un motivo o per un altro, reagivano via social con frasi tipicamente standard tipo "Ma che c'entra Fedez con il rock?", "Perché date spazio a questa gente, occupatevi invece di XY" (sostituire XY con un nome a caso), o il grande classico "Guarda l'immensità del cazzo che me ne frega".

Per quel che può servire - temo a nulla, ma non è grave - voglio evidenziare come, leggendo quello che ho scritto, si dovrebbe capire che le mie considerazioni non riguardano il merito delle esternazioni di Fedez, ma il metodo con cui sono state gestite da tutte le parti in causa. Non sto nemmeno a scrivere, come si fa di solito, che se non sono stato capito è colpa mia perché non mi sono spiegato bene. No, mi sono spiegato benissimo e sono stato molto chiaro. Solo che sono stato letto con il paraocchi.
Se posso, e sommessamente, vorrei invitare tutti coloro che hanno esposto via social il proprio disaccordo con le mie parole a compiere un piccolo esercizio di equilibrio razionale, o di onestà intellettuale.

Provate a immaginare se lo stesso, identico episodio di cui è stato protagonista Fedez fosse accaduto con un protagonista diverso - Povia, tanto per fare un nome controverso - e con una collocazione ideologica opposta, cioè con una presa di posizione contraria al DDL Zan. Secondo voi staremmo assistendo a una beatificazione del coraggio e dello sprezzo del pericolo di Povia, o sarebbe in corso la sua lapidazione mediatica e social?
Ragionateci sopra...

Franco Zanetti

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.