Krist Novoselic si unisce a Dave Grohl e alla figlia Violet per la cover live di ‘Nausea’ degli X: video

La cover sarà inclusa nel nuovo documentario del leader dei Foo Fighters, “What drives us”
Krist Novoselic si unisce a Dave Grohl e alla figlia Violet per la cover live di ‘Nausea’ degli X: video

Ospiti del talk show statunitense “Jimmy Kimmel Live!”, Dave Grohl e sua figlia Violet hanno eseguito dal vivo la cover di “Nausea” degli X, che hanno pubblicato lo scorso 23 aprile come loro prima collaborazione e che sarà inclusa nel nuovo documentario del frontman dei Foo Fighters, “What drives us”, in uscita il prossimo 30 aprile.

Il già batterista dei Nirvana e sua figlia 15enne, però, non si sono esibiti da soli durante la loro partecipazione al programma americano. Grohl e Violet, infatti, sono stati affiancati nella loro performance dal già bassista della band di “Nevermind”, Krist Novoselic, dall’ex batterista degli Slayer Dave Lombardo e dal produttore Greg Kurstin. 

In concomitanza con la pubblicazione della cover di “Nausea”, in un post condiviso sul proprio profilo Instagram, “Dave’s True Stories”, Dave Grohl aveva spiegato che, dopo un tour dei Nirvana nel 1992, sua nonna lo ha avvertito per la prima volta della possibilità di essere imparentato con il batterista degli X, DJ Bonebrake.

A proposito della scelta di rileggere proprio questo brano, tratto dall’album debutto degli X del 1980, ‘Los Angeles’, il 52enne artista aveva fatto sapere: “Volevo registrare una canzone che non solo rendesse omaggio alle persone e alla musica che mi hanno influenzato a diventare un musicista, ma anche per rendere omaggio alla mia lunga storia familiare”. Aveva aggiunto: “Allora, quale canzone migliore di un brano degli X? E quale persona migliore da coinvolgere di mia figlia, Violet Grohl, un'altra discendente di Johann Christian Breinbrech. Ho scelto uno dei miei pezzi preferiti degli X, ‘Nausea’ dal loro album di debutto del 1980, ‘Los Angeles’, e l’ho inoltrata a Violet, sperando che accogliesse favorevolmente la mia idea più impulsiva”.

Sull’idea di coinvolgere Violet, in passato già sul palco insieme ai Foo Fighters in più di un’occasione e una delle voci del coro femminile coinvolto nella realizzazione di “Medicine at midnight”, Grohl aveva successivamente raccontato: “Era solo questione di portarla davanti al microfono per registrare, qualcosa che noi due non avevamo mai fatto insieme prima. È così significativo che la prima canzone registrata da Violet e me insieme sia un tributo all’eredità di Bonebrake”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.