Francesco De Gregori, "Titanic" ha 39 anni. La storia di "Caterina"

Canzone per canzone, rileggiamo l'album del 1982
Francesco De Gregori, "Titanic" ha 39 anni. La storia di "Caterina"

"Voce della Toscana, ricercatrice per proprio conto di canti della tradizione, una signorina mora alta un soldo di cacio ma con un carattere di un'esuberanza inarrestabile, sensuale in modo quasi imbarazzante, con momenti di profonda disperazione e un po' troppo dedita all'alcol", è la Caterina Bueno secondo Alessio Lega.

"Caterina è stata il stata il gran cuore della riscoperta folk in terra di Toscana, e con un raggio di azione allargato a comprendere anche altre porzioni di terre limitrofe nel cuore d'Italia. Era una toscana che più toscana non si può, nello spirito, nella veemenza, nel gusto della battuta asprigna e radente, ma il cognome che portava profumava di altre latitudini", è il ricordo annotato da Guido Festinese sul "manifesto" del 16 luglio 2017, dieci anni giusti dalla morte di Caterina Bueno, protagonista della lucente e amorevole canzone-dedica di De Gregori: “Poi arrivò il mattino e col mattino un angelo, e quell'angelo eri tu”.

Si conoscono al Folkstudio quando Francesco è poco più che maggiorenne, diversi in tutto ma accomunati dallo stesso amore per la musica popolare e dalla discutibile abilità con lo strumento: “E la chitarra veramente la suonavi molto male, però quando cantavi sembrava carnevale”. A suonare "molto bene" è invece Lucio Bardi: "Lui - racconta De Gregori - si autodefinisce scherzosamente il secondo chitarrista", ma appena può tira fuori letteralmente le unghie come nell'assolo di chitarra acustica di "Caterina". De Gregori e la Bueno si ritrovano più di vent'anni dopo, nel 1995, per salvare lo storico locale romano dalla chiusura in un concerto benefico a cui partecipano anche i "compagni di viaggio" Giovanna Marini, Mimmo Locasciulli, Paolo Pietrangeli e Claudio Lolli.

L'immagine delle “cinquecento catenelle che si spezzano in un secondo e non ti bastano per piangere le lacrime di tutto il mondo” si riferisce al brano interpretato dalla Bueno nel 1968 nell'album "La veglia": “E cinquecento catenelle d'oro hanno legato il loro cuore al mio e l'hanno fatto tanto stretto il nodo che non lo scioglierà né te né io” a sua volta recuperato fedelmente dalla giornata 4 Novella 5 Lisabetta del Decameron del toscano Giovanni Boccaccio (1313-1375). Il verso è già stato ripreso con un recitato di bambini anche da Roberto Vecchioni nel 1980 in "Montecristo" a chiudere "Reginella".

Oltre le dediche e le citazioni, "Caterina" ha il pregio di rendere radioso il rimpianto (“E quanti mascalzoni hai conosciuto e quante volte hai chiesto aiuto e non ti è servito a niente”) con quel ritmo delicato e travolgente spinto dall'armonica di Francesco che sembra soffiare la canzone “per i tetti di Firenze per poterti conquistare”. Quel “conquistare” è stato scelto da Caterina Bueno a sostituire il più paternalista “consolare”. 

Questo testo è tratto da "Tutto De Gregori" di Federico Pistone, pubblicato da Arcana, per gentile concessione dell'autore e dell'editore. (C) 2020 Lit edizioni s.a.s. 

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/7mQBVA3fjW4i2b61yi1x8dwRDkw=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/tutto-de-gregori.jpg
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.