Fiorella Mannoia, da domani in edicola "I miei passi". Anteprima

Quattro doppi CD antologici e l'ultimo album "Padroni di niente"
Fiorella Mannoia, da domani in edicola "I miei passi". Anteprima
Credits: Francesco Scipioni

Da domani 27 aprile sarà in edicola il primo volume di un'iniziativa discografica dedicata a Fiorella Mannoia: un'antologia in cinque volumi per complessive 146 canzoni.
“I miei passi”, questo il titolo della collana, che uscirà a cadenza settimanale, consta di 5 volumi: i primi 4 sono doppi CD che raccolgono 138 brani.

Nelle antologie si susseguono in ordine cronologico i brani di maggior successo del repertorio dell’artista. A questi si affiancano i duetti, le cover e le versioni live. Ogni uscita è arricchita da una lunga intervista inedita in cui Fiorella racconta la nascita delle sue canzoni, i momenti in cui sono state composte e incise, e rivela aneddoti e curiosità legati alla sua carriera. Chiude la raccolta “Padroni di niente”, il suo album più recente.

Ecco in anteprima per Rockol alcuni estratti dalle interviste che accompagnano i CD.

Alle selezioni dello Zecchino D'Oro:
“All’epoca avrò avuto 7- 8 anni e già mi era capitato di esibirmi su un palco al microfono. In quella circostanza invece mi ritrovai in una stanza, davanti alla commissione e pensavo che fosse una formalità prima di realizzare la vera prova, che mi ero immaginata sarebbe stata proprio su un vero palco. Così cantai in falsetto. E quelli pensarono che non avessi voce!" 

Al Festival di Castrocaro:
“Avevo 14 anni quando partecipai al Festival di Castrocaro. Scelsi di cantare ‘Un bimbo sul leone’ di Adriano Celentano. Con la mia voce ho sempre preferito il repertorio maschile. La mia decisione fu considerata bizzarra. Ho preso parte ad una serie di concorsi, ma nei primi tempi non gli davo neanche eccessiva importanza e non ero convinta che quella sarebbe stata la mia strada futura". 

Nel 2014 Fiorella inciderà "Un bimbo sul leone" in duetto con Adriano Celentano:


Il primo contratto discografico:
"Il primo che veramente ha creduto in me dall’inizio è stato Ennio Melis. Lui era convinto delle mie potenzialità. Quando firmai con la RCA, il mio contratto fu 'girato', come per altri miei colleghi, alla IT di Vincenzo Micocci. In quegli anni però ero ancora in confusione, immatura”.

 
Il primo Festival di Sanremo:
“Quando interpretai 'Caffè nero bollente' avevo già 27 anni. Oggi a quell’età sei già considerato ‘over’. Il testo era sicuramente malizioso, ma era sostanzialmente una canzone che parlava di solitudine. Alfredo Cerruti, allora direttore artistico della CGD, mi disse che avrei dovuto seguire musicalmente la strada di Vasco Rossi. Mi divertiva l’idea, ma sapevo che non mi sarei sentita a mio agio in quei panni". 

 
La canzone d'autore:
“Nel 1987 'Quello che le donne non dicono' fu il primo brano ad aprirmi le porte della strada delle canzoni d’autore. Ricordo che al primo ascolto mi lasciò muta, mi fece sentire come spiata dal buco della serratura. Enrico Ruggeri è stato un attento osservatore del mondo femminile ed essendo dotato del talento della scrittura, era riuscito a condensare in un testo tutta la nostra forza di donne, ma anche le nostre fragilità".


 
Le cover:
“Per un’interprete realizzare una cover significa scegliere le canzoni che ti piacciono, che ti danno delle emozioni, per poi rivisitarle e farle tue. Io le scelgo, le filtro attraverso la mia voce e la mia sensibilità, e quello che riuscirò a fare non deve essere troppo uguale all’originale, ma nel contempo non tradirlo troppo. Se riesci a donare un valore aggiunto è una grande vittoria”.


27 aprile I miei passi - Volume 1: CD1 Antologia (1972-1988) + CD2 Cover
4 maggio I miei passi - Volume 2: CD1 Antologia (1989-1999) + CD2 Duetti parte prima
11 maggio I miei passi - Volume 3: CD1 Antologia (2001-2019) + CD2 Duetti parte seconda
18 maggio I miei passi - Volume 4: CD1 Live + CD2 Live 
25 maggio Padroni di niente - Volume 5

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.