Del perché gli Aerosmith sono stati numeri uno in classifica grazie a Barbra Streisand

"I Don't Want to Miss a Thing" è l'unico singolo della band di Steven Tyler e Joe Perry che ha raggiunto il primo posto della chart negli Stati Uniti
Del perché gli Aerosmith sono stati numeri uno in classifica grazie a Barbra Streisand

Se gli Aerosmith sono riusciti a conquistare, nel 1998, il primo posto della classifica di vendita negli Stati Uniti con "I Don't Want to Miss a Thing" – detto per inciso, la loro unica canzone a riuscire in quell'impresa - parte del merito, seppure molto indirettamente, lo devono a Barbra Streisand, oltre che a Diane Warren che quella canzone l'ha scritta.

Era il 1997, la cantante e attrice newyorkese (che nella giornata di oggi compie 79 anni) era ospite della giornalista Barbara Walters nel programma televisivo 20/20 con l'attore James Brolin (allora suo fidanzato, e a partire dal 1998 marito, ndr).

Raccontando della loro relazione la Streisand a un certo punto disse: "Stavo pensando che stessimo per addormentarci. E lui mi dice, 'Non voglio addormentarmi'. Io chiedo, 'Perché no?' Lui, 'Perché mi mancherai'".



Non è dato sapere se il cantante degli Aerosmith Steven Tyler oppure il chitarrista della band Joe Perry fossero davanti al piccolo schermo, quella sera, spettatori dello speciale televisivo. Di certo Diane Warren c'era e non appena ascoltò quelle parole scarabocchiò su un foglietto "I Don't Want to Miss a Thing". Il primo seme di quello che sarebbe stato un enorme successo era gettato. Parlando con il sito The Ringer la Warren ha poi spiegato: "Adoro un buon titolo. Quindi, lo faccio spesso."

Pochi mesi più tardi, quell'appunto tornò molto utile quando venne chiamata dal regista Michael Bay che stava cercando una canzone da inserire nel suo film catastrofico "Armageddon". Diane Warren aveva già un titolo a portata di mano su cui lavorare. Andò a finire che "I Don't Want to Miss a Thing" fu la quarta delle sue undici canzoni che hanno avuto l'onore di una nomination al Premio Oscar. L'ultima delle quali, "Io sì (Seen)", interpretata da Laura Pausini per il film di Edoardo Ponti 'La vita davanti a sé', interpretato da Sophia Loren, sarà in lizza domani sera al Dolby Theatre di Los Angeles per aggiudicarsi la prestigiosa statuetta.

Gli Aerosmith però rischiarono di non interpretare quella canzone, come ha rivelato solo qualche mese fa Diane Warren in una intervista concessa al magazine statunitense Rolling Stone: "Mi fecero vedere il finale del film e io iniziai a scrivere la canzone. Mai l'avrei immaginata cantata dagli Aerosmith. Pensavo che a cantarla dovesse essere un'interprete femminile (tra i nomi ipotizzati vi era quello di Celine Dion, ndr), ma la voce di Steven Tyler l'ha resa ancor più potente. Ricordo ancora la prima volta che ascoltai il brano fatto dagli Aerosmith: caddi giù dalla sedia. Era fantastico. Avrebbe dovuto vincere il Grammy come 'Record of the Year'. Era una canzone fantastica".

Nel 2002 la rivista Classic Rock chiese al chitarrista degli Aerosmith Joe Perry se non fosse dispiaciuto dal fatto che il più grande successo della sua band fosse una canzone non scritta da loro, lui, mostrando una buona dose di realismo, rispose in questa maniera: "In quel periodo, non avevamo il tempo di fermarci e scrivere. Eravamo in tour, quindi ci portarono a vedere il film e ci dissero, 'questa è la canzone, qui è dove va inserita nel film, se volete potete farla'. Quindi siamo andati a lavorarci su in studio nei tre giorni successivi. (...) La canzone era fantastica, la gente l'ha adorata e non credo che alla gente importi così tanto chi l'abbia scritta".

Nel video di "I Don't Want to Miss a Thing" il frontman della band, Steven Tyler, compare abbastanza sorprendentemente (per i suoi standard) statico. Ciò accadde perché Tyler si era infortunato a un ginocchio, per questo motivo era costretto ad indossare un tutore che ne limitava molto i movimenti. Il regista della clip, Francis Lawrence, riuscì ad ovviare a questa difficoltà privilegiando i primi piani.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.