Ian Anderson: "Tony Iommi avrebbe cambiato la musica dei Jethro Tull"

Per un breve periodo il chitarrista dei Black Sabbath suonò con la band capitanata da Anderson
Ian Anderson: "Tony Iommi avrebbe cambiato la musica dei Jethro Tull"

Il leader dei Jethro Tull Ian Anderson ha detto che era pronto a cambiare l'approccio alla musica della sua band se il futuro chitarrista dei Black Sabbath Tony Iommi fosse rimasto in formazione.

Iommi era da poco diventato membro degli Earth prima di trascorrere diverse settimane insieme ad Anderson nel 1968; per poi decidere di ritornare alla sua band.

Iommi non ha mai registrato con i Jethro Tull, ma ha fatto parte della formazione che si è vista nel film concerto dei Rolling Stones 'Rock N 'Roll Circus'.

Immediatamente dopo, i Jethro Tull iniziarono a lavorare al loro secondo album "Stand Up", l'album che definì la loro sonorità progressive. Ma in quel momento, ha dichiarato Anderson a Planet Rock, la band era a una certa distanza dal decidere quale direzione prendere. "Eravamo stati messi nella nicchia delle piccole band blues con la stranezza di avere un flauto posto nel mezzo. Sarebbe stato decisamente come il giorno e la notte quello che sarebbe accaduto se Tony fosse diventato un membro permanente della band, perché il suo stile musicale era completamente diverso."

Sottolineando il fatto che "non chiameresti Tony, oggi come allora, un chitarrista blues" e dice: "Non faceva tutti quei licks e non suonava quel genere di cose; era molto monofonico, grandi cose con una sola nota. Nella band con cui suonava, gli Earth, che in seguito diventarono i Black Sabbath, era molto diverso".

Se Tony Iommi fosse rimasto con lui, ha onestamente ammesso Ian Anderson, "avrebbe cambiato radicalmente il modo in cui sarebbe evoluta la musica dei Jethro Tull. Avrebbe cambiato il modo in cui scrivevo le canzoni, il lotto di canzoni che poi è diventato il nostro secondo album, "Stand Up", nel 1969. Ho dato un'occhiata a un paio di cose con Tony e sembra che non fosse la sua tazza di tè, la forma delle canzoni su cui stavo lavorando."

Anderson ricorda Iommi come un “bravo ragazzo” e ammette di essersi “innamorato del suo modo di suonare la chitarra quando gli Earth suonarono con i Jethro Tull in qualche concerto nelle università. (...) Pensai, 'Wow, quel ragazzo potrebbe avere qualcosa da offrire.' E in effetti lo ha fatto, lo ha offerto al mondo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.