The Pact, parla Giulia Anania: ‘Gli autori siano orgogliosi del proprio lavoro’

La cantautrice romana sulla pratica degli interpreti di richiedere crediti non meritati: ‘Sistema mafioso e umiliante: sarebbe bello e utile che qualcuno che l’ha fatto chiedesse scusa, perché…’
The Pact, parla Giulia Anania: ‘Gli autori siano orgogliosi del proprio lavoro’
Credits: Giulia Piazza - Vittorio Chiesa

“Se mi è successo? Certo. Molto spesso”: per Giulia Anania, cantautrice che ha prestato la propria penna a diverse big della scena tricolore, il fenomeno che sta alla nascita di The Pact - ovvero la cessione (parziale) di diritti d’autore imposta dagli interpreti famosi agli autori delle canzoni per “conquistarsi” il favore dell’interpretazione - è tutto meno che una novità. “E dirò di più”, prosegue lei: “I grandi artisti non lo chiedono mai, e se capita di dividere i punti dei brani è perchè realmente hanno contribuito alla scrittura della canzone. D'altronde, appunto, hanno una storia: sono io la prima a sapere se vogliono collaborare, scrivere insieme e intervenire in fase di scrittura. In caso di collaborazione, da parte mia, c'è massima disponibilità: è solo un onore poter firmare con grandi artisti e aver realmente collaborato con loro. Come è un onore scrivere con altri. Non sono gelosa. E sono di indole molto collaborativa. Mi capitano però pretese e ricatti da artisti che non sono autori neanche di una virgola, e questa pratica sta diventando ormai quasi scontata. Trovo poi molto diseducativo quando ad avanzare queste pretese sono giovani artisti sulla rampa di lancio. Se io fossi il loro manager li educherei ad avere rispetto di chi scrive. Semmai li manderei a scrivere con noi”.

    “Se mi è successo? Certo. Molto spesso”: per Giulia Anania, cantautrice che ha prestato la propria penna a diverse big della scena tricolore, il fenomeno che sta alla nascita di The Pact - ovvero la cessione (parziale) di diritti d’autore imposta dagli interpreti famosi agli autori delle canzoni per “conquistarsi” il favore dell’interpretazione - è tutto meno che una novità. “E dirò di più”, prosegue lei: “I grandi artisti non lo chiedono mai, e se capita di dividere i punti dei brani è perchè realmente hanno contribuito alla scrittura della canzone. D'altronde, appunto, hanno una storia: sono io la prima a sapere se vogliono collaborare, scrivere insieme e intervenire in fase di scrittura. In caso di collaborazione, da parte mia, c'è massima disponibilità: è solo un onore poter firmare con grandi artisti e aver realmente collaborato con loro. Come è un onore scrivere con altri. Non sono gelosa. E sono di indole molto collaborativa. Mi capitano però pretese e ricatti da artisti che non sono autori neanche di una virgola, e questa pratica sta diventando ormai quasi scontata. Trovo poi molto diseducativo quando ad avanzare queste pretese sono giovani artisti sulla rampa di lancio. Se io fossi il loro manager li educherei ad avere rispetto di chi scrive. Semmai li manderei a scrivere con noi”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.