Marketing dei cataloghi musicali, arriva anche Cooking Vinyl

La indie britannica apre una divisione con una ‘politica di acquisizione aggressiva’ per ‘potenziare il proprio roster’
Marketing dei cataloghi musicali, arriva anche Cooking Vinyl

Non si contano praticamente più i nuovi player determinati a farsi largo sul competitivo panorama del publishing internazionale: dopo l’annuncio, risalente a soli pochi giorni fa, di CTM Outlander e della nuova entità nata dal sodalizio tra BMG e KKR, nell’agone del marketing dei cataloghi musicali è scesa anche l’etichetta indipendente inglese Cooking Vinyl. La società fondata da Martin Goldschmidt e Pete Lawrence ha infatti aperto una nuova divisione dedicata alle attività editoriali con “un’aggressiva politica di acquisizioni per rafforzare” il proprio roster. A capo del nuovo ramo d’azienda è stato posto Steve Bunyan, veterano del publishing in passato al lavoro con - tra gli altri - Madness, Slade, Fatboy Slim, Kinks, Black Sabbath, Supergrass e Kylie Minogue.

    Non si contano praticamente più i nuovi player determinati a farsi largo sul competitivo panorama del publishing internazionale: dopo l’annuncio, risalente a soli pochi giorni fa, di CTM Outlander e della nuova entità nata dal sodalizio tra BMG e KKR, nell’agone del marketing dei cataloghi musicali è scesa anche l’etichetta indipendente inglese Cooking Vinyl. La società fondata da Martin Goldschmidt e Pete Lawrence ha infatti aperto una nuova divisione dedicata alle attività editoriali con “un’aggressiva politica di acquisizioni per rafforzare” il proprio roster. A capo del nuovo ramo d’azienda è stato posto Steve Bunyan, veterano del publishing in passato al lavoro con - tra gli altri - Madness, Slade, Fatboy Slim, Kinks, Black Sabbath, Supergrass e Kylie Minogue.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.