L’album dei Sum 41 che Deryck Whibley non ha mai considerato “un granché”

Il 41enne artista canadese ripensa ai primi anni di attività della sua band
L’album dei Sum 41 che Deryck Whibley non ha mai considerato “un granché”

Il prossimo 8 maggio cadrà il 20esimo anniversario dell’uscita dell’album di debutto dei Sum 41, “All killer no filler”, uscito un anno dopo l’Ep “Half hour of power” e contenente alcune delle hit più note della band canadese come “Fat lip” e “In too deep”. A margine di una recente intervista rilasciata a Billboard, il frontman della formazione di Ajax ha ripensato all’esordio discografico del gruppo capitanato da Deryck Whibley e ha rivelato di aver “sempre pensato” che il disco pubblicato con la sua band nel 2001 “non fosse un granché”.

Nel corso della chiacchierata con Yasmine Shemesh per la rivista statunitense, parlando di “All killer no filler” il leader dei Sum 41 ha detto:

“Ho sempre pensato che non fosse un granché, se devo essere onesto. Non ho mai ben capito - al punto che quando le persone mi dicono che il disco significa molto per loro o che è un album davvero buono rispetto ad altri, penso sempre che mentano. Mi sono sempre sentito come: ‘L'avete ascoltato di recente, però? Non so se regge’”.

Deryck Whibley ha successivamente spiegato che quando l’album di debutto della formazione canadese ha ottenuto il successo che ha avuto, raggiungendo alte posizioni nelle classifiche di tutto il mondo e restando per 49 settimana nella Billboard 200, ha provato “immediatamente imbarazzo”.

E ha narrato: “E come se mi vergognassi del mio stesso successo. In un certo senso, mi sento come se fosse una truffa e che presto tutti scopriranno che non è un granché. Come se in qualche maniera avessi imbrogliato a modo mio. È un po’ quello che ho sempre pensato di quel disco. Penso che se lo ascolto ora che sono più grande, forse posso essere un po' più obiettivo. Ma per molto tempo ho pensato che non fosse un buon disco”.

Ripensando poi ai primi anni di attività dei Sum 41, Whibley ha ricordato che prima di firmare un contratto discografico i componenti della band hanno realizzato dei filmati di sketch comici e parodici, in stile “Jackass”, da inviare insieme alla loro musica alle etichette.

“Inizialmente abbiamo mandato la nostra musica, ma è stata rifiutata da tutti”, ha spiegato durante l’intervista concessa a Billboard il frontman del gruppo. Ha continuato: “Poi abbiamo iniziato a riprenderci mentre facevamo cose stupide, come sparare alle persone con pistole d’acqua, lanciare uova, e montavamo questi filmati con qualche clip dei nostri spettacoli. Abbiamo realizzato del materiale così solo per i nostri amici, ma il nostro manager lo ha visto e ha detto: ‘È fantastico. Montiamo un video di tre minuti con la vostra musica e inviamolo alle case discografiche: sarà il vostro demo’”. Ha aggiunto: “Poi è stata questione di settimane. Ogni etichetta negli Stati Uniti stava cercando di farci firmare un contratto e il tutto si è trasformato in una grande guerra di offerte. Ma la parte più divertente è che era la stessa musica che era già stata rifiutata da tutti”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.