Di come Ozzy Osbourne ha contribuito al successo dei Mötley Crüe

Tommy Lee ricorda la tournée della band di ‘Girls, girls, girls’ con Ozzy Osbourne
Di come Ozzy Osbourne ha contribuito al successo dei Mötley Crüe

A margine di una recente intervista per il podcast “Rock this with Allison Hagendorf” di Spotify, Tommy Lee ha riconosciuto al tour intrapreso dai Mötley Crüe nel 1984 insieme a Ozzy Osbourne il merito di aver contribuito al successo della band di “Girls, girls, girls”

Ricordando la serie di concerti tenuti dalla formazione losangelina in apertura agli show dell’ex Black Sabbath, in occasione della sua tournée a supporto del terzo album solista di Osbourne, “Bark at the moon” del 1983, il batterista del gruppo capitanato da Vince Neil ha detto:

“Quando Ozzy Osbourne ci ha portato in tour è stata la prima volta che abbiamo avuto l’opportunità di suonare davanti a 18, 20 mila persone ogni notte, in arene sold-out. Siamo passati dall’essere una nuova band a fare musica esplosiva. Ha letteralmente catapultato la nostra carriera. Eravamo tipo: ‘Cosa sta succedendo? È assurdo’. E ci stavamo semplicemente divertendo. È stato pazzesco. E credo davvero che quel tour - era la tournée di ‘Bark at the moon’, penso che fosse all’incirca nel periodo del nostro ‘Shout at the devil’ - ci ha fatti decollare. Quindi, sarò sempre in debito e grato ad Ozzy per averci scelto. Perché questo ci ha davvero lanciati dentro qualcosa di pazzesco”. 

Il tour che ha visto i Mötley Crüe suonare a supporto di Ozzy Osbourne è stato, tra le altre cose, rievocato nel biopic sulla storia della band composta da Vince Neil, Mick Mars, Nikki Sixx e Tommy Lee. Uno dei momenti della tourneé congiunta del 1984 ricordato nel film "The dirt”, uscito su Netflix nel 2019, è quello che ha visto l’artista britannico sniffare con una cannuccia, in mancanza della cocaina, una striscia di formiche che camminavano sull’asfalto a bordo della piscina dell'hotel di Lakeland, Florida, dove Ozzy e i Mötley Crüe alloggiavano.

L’episodio - ormai celebre - è stato raccontato nel dettaglio da Nikki Sixx anche nella biografia “The dirt: confessions of the world's most notorious rock band”, da cui è tratta proprio la pellicola diretta da Jeff Tremaine.

Questo, come ripreso da Blabbermouth, il ricordo del bassista dei Mötley Crüe riportato tra le pagine del libro firmato da Neil Strauss e costituito in gran parte da testimonianze in prima persona dei componenti del gruppo: “Ho passato a [Ozzy] una cannuccia e lui si è avvicinato a una fessura del marciapiede dove si è chinato sopra. Ho notato una lunga colonna di formiche marciare verso una piccola tana. E mentre pensavo ‘No, non lo farà’, lui l’ha fatto. Si è messo la cannuccia nel naso e, mentre il suo culo nudo e bianco spuntava da sotto il vestito come un melone a fette, lui si è sparato nel naso l’intera fila di formiche con un’unica, mostruosa sniffata”. Nikki Sixx ha poi narrato che subito dopo Ozzy Osbourne si è alzato in piedi, ha tirato su il prendisole e si è messo a urinare, prima di inginocchiarsi e leccare la sua stessa urina. “Non si è limitato a darle qualche leccata”, ha sottolineato Nixx: “Se l’è bevuta con circa sei sorsate prolungate e accurate, come un gatto. Poi si è rialzato in piedi e, con gli occhi ardenti e la bocca ancora bagnata di urina, mi ha guardato dritto negli occhi e mi ha detto ‘Fallo anche tu, Sixx!’”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.