Oasis contro Blur, alle origini della guerra del Brit-pop: la versione (inedita) di Noel Gallagher

In una clip (non utilizzata) registrata per un documentario del 2003 l’autore e performer di Manchester spiega le ragioni della storica rivalità: ‘Li chiamai per una tregua a beneficio dei fan. Ma loro…’
Oasis contro Blur, alle origini della guerra del Brit-pop: la versione (inedita) di Noel Gallagher

Un’intervista a Noel Gallagher realizzata a inizio degli anni Duemila ma rimasta inedita fino a oggi potrebbe gettare nuova luce sulle origini della rivalità tra Oasis e Blur, lo scontro tra i due pesi massimi del rock britannico di fine millennio passata agli annali come “guerra del Brit-pop”.

Gli screzi tra la band di “Wonderwall” e quella di “Song 2” - con il corollario di scambio di gentilezze e complimenti mezzo stampa - non è una novità per nessuno, ma le dichiarazioni d’epoca del già compositore principale degli Oasis riferite dal Daily Star raccontano di un tentativo di mediazione tra i due gruppi, messo in atto dallo stesso Gallagher ma fatto fallire - a sua detta - da Damon Albarn e i suoi.

“Ho perso rispetto nei loro confronti”, avrebbe raccontato a proposito dei concorrenti il fratello di Liam nel 2003: “La gente mi dice: ‘E’ acqua passata, lascia perdere’. Ma no, io non lascio perdere, non so se ho ancora finito con loro”.

“Coi Blur non abbiamo avuto problemi, finché non hanno iniziato a spostare la pubblicazione dei loro singoli per farli uscire insieme ai nostri e a fissare le date dei loro concerti nelle stesse città dove erano in programma i nostri”, sostiene Noel: “Avevano questa stupida proiezione del numero uno in classifica della loro ‘Country House’, e la volevano proiettare in un pub dall’altra parte della strada dove noi dovevamo suonare. Allora io ho chiamato il loro management dicendogli: ‘Ok, annulleremo il nostro concerto, per evitare che qualche nostro fan spacchi con una bottigliata la testa a un vostro fan’. L’idea era quella che entrambe le iniziative sarebbero state annullate ed entrambi avremmo rilasciato una dichiarazione congiunta. Loro, però, non fecero niente di tutto ciò. Anzi, continuarono a gongolare per il loro successo. Così pensi: ‘Ok, stupide fighette, vediamo chi finisce per prima in ospedale con un esaurimento nervoso’”.

Fino a oggi la versione più accreditata in merito alla rivalità tra i due gruppi riguardava una relazione contesa tra i frontman dei due gruppi: a spiegarlo furono sia lo stesso Noel in un’intervista al Sun dello scorso anno sia il patron della Creation Alan McGee nel libro del 2020 “Don’t Look Back in Anger”. “C’era questa situazione con una ragazza”, aveva spiegato il discografico e mentore degli Oasis: “E’ così che è nata la guerra del Brit-pop. Damon ha scopato con una persona vicina a Liam, una delle tante sue amiche. E’ stata la storia di una notte, ma dopo tutti si sono agitati”.

La versione della maggiore dei Gallagher alla natura sentimentale del dissidio aggiunge un particolare non da poco: “Liam e Damon stavano scopando con la stessa tizia, e girava un mucchio di cocaina. E’ così che è scoppiato il casino”.

Il rapporto tra Noel Gallagher e Damon Albarn si pacificò definitivamente nel 2013, quando i due si ritrovarono sul palco della Royal Albert Hall di Londra per eseguire insieme al chitarrista dei Blur Graham Coxon e al già leader dei Jam e Style Council Paul Weller “Tender”, brano dei Blur incluso in “13” del 1999 per un evento benefico organizzato dalla Teenage Cancer Trust.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.