Il dio musicale di Bruce Dickinson è stato Ian Gillan

Il frontman degli Iron Maiden ha avuto ed ha una grande ammirazione per il cantante dei Deep Purple.
Il dio musicale di Bruce Dickinson è stato Ian Gillan

Il frontman degli Iron Maiden Bruce Dickinson è stato ospite al programma radiofonico della emittente di stato britannica BBC 'The Rock Show With Johnnie Walker'. Nello spazio denominato 'Rock God' viene chiesto all'ospite quale sia stato il suo idolo.

La scelta del 62enne Dickinson è caduta sul cantante dei Deep Purple Ian Gillan e l'ha così motivata: "Quando ero un giovane teenager brufoloso, e voglio specificare solo da teenager, c'era questo rumore che arrivava dalla porta di qualcuno. L'ho aperta e mi sono detto, 'Che diavolo è questa roba?' Era "Speed King" dei Deep Purple da "Deep Purple In Rock" (album del 1970 dei Deep Purple, ndr), è quello che mi ha fatto iniziare. Detto questo, ho incontrato Ian Gillan. Non solo l'ho incontrato, ma sono anche andato in tour con lui quando stavo in una band chiamata Samson. Abbiamo fatto un album nello studio di Ian Gillan. Siamo andati tutti al pub a bere qualche pinta. Entra il mio dio Ian Gillan e dice, 'Ehi, che grande cantante. Chi è il cantante?' In quel momento, ho sentito l'improvvisa voglia di vomitare. Sono corso fuori dalla stanza, ho vomitato per circa 45 minuti nel bagno, quando entra il mio idolo, prende a calci la porta e dice, 'Dai, amico. Vieni fuori. Mi ha pulito con un asciugamano, mi ha messo su un taxi e mi ha rimandato a casa. Non l'ho mai dimenticato e non mi ha mai permesso di dimenticarlo".



Diversi anni fa, Dickinson disse a Metal Hammer che Gillan ha avuto vocalmente su di lui una grande influenza. "Ian è stato un mio grande eroe vocale. C'erano Ian Gillan, Arthur Brown, Ian Anderson dei Jethro Tull, abbastanza sorprendentemente, e un tizio chiamato Peter Hammill dei Van Der Graaf Generator. Erano tutti nella stessa area vocale, avevano tutti una sorta di tenore cazzuto, una estensione baritonale."

In precedenza Dickinson aveva inoltre dichiarato che "Fireball" era uno dei suoi brani preferiti dei Deep Purple. Ha dichiarato a proposito della canzone pubblicata dalla band inglese nel 1971: "È una di quelle canzoni che non vengono suonate molto spesso, ma ha alcune parti fenomenali. E, naturalmente, ha anche, essendo stato un batterista o almeno avendo aspirato ad esserlo, ho un enorme rispetto per i batteristi e Ian Paice è semplicemente uno dei migliori batteristi al mondo, lo è per davvero."
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.