Chiude con un grande spettacolo di danze dei Nativi Americani il Festival delle Colline

Ultimo appuntamento della XIX edizione del Festival delle Colline, organizzata dal Comune di Poggio a Caiano in collaborazione con il Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci, l'Assessorato alla Cultura della Provincia di Prato, l'Assessorato alla cultura del Comune di Prato, il Comune di Calenzano e il Comune di Carmignano. Mercoledì 15 luglio a Poggio a Caiano, chiusura del Festival con un grande spettacolo di canti e danze dei pellirossa del nord America appartenenti alle tribù Kiowa, Pueblo, Seminole, Sioux. Una serata durante la quale sarà possibile entrare in contatto con la vera essenza della spiritualità dei nativi americani, una spiritualità fortemente legata alla natura. Sul palco sarà di scena la compagnia di danza "Great American Indian Dancers", un ensemble che con la sua attività professionale, intende gettare un ponte fra le diverse culture attraverso i canti, le danze e i racconti del popolo amerindiano; cosí, attraverso le loro performance, il pubblico apprende la storia dei Nativi Americani. La Compagnia é attiva nelle danze tribali e nei raduni degli Indiani d'America sia negli Stati Uniti che nel Canada ed i membri della Compagnia partecipano alla vita quotidiana delle rispettive comunità. Nella musica amerindia del Nord vigono alcuni caratteri ricorrenti in tutta la musica cosiddetta primitiva: funzionalità della musica e della danza, legame tra musica e magia; canzoni narrative in stretto rapporto con la tradizione favolistica, ecc. Fra i tratti primari della musica amerindia va sottolineato il fatto che la musica vocale soverchia di gran lunga quella puramente strumentale. E' diffuso anche una specie di professionismo, così come è possibile intenderlo nell'ambito della musica cosiddetta primitiva: il compositore-esecutore è altamente considerato per le sue capacità istrionesche, il che vuol dire attribuire un potere magico alla musica, con forme che fanno spesso pensare a evocazioni sonore di tipo sciamanico, abbastanza diffuse peraltro in diverse comunità indiane dell'America Centrale e soprattutto meridionale. Gran parte dei canti delle tribù nascono come canti magico-rituali: vigono delle formule, cioè dei modi di composizione. Considerando la funzionalità dei canti, appare chiaro come tra gli amerindi prevalga la valutazione etica su quella estetica. Sono molto diffusi canti e parti di canti nonsense a carattere quasi sempre eufonico, che sottolineano l'interdipendenza tra parole e suoni; il frequente uso di sillabazione nonsense è dovuto, secondo alcuni, ad una reattività emozionale; in questo ambito vanno pure considerate le note grida degli amerindi del Nord, e i richiami di animali, i quali si inseriscono normalmente nella struttura del canto. Quanto agli strumenti musicali, molti di quelli amerindi del Nord sono a percussione: tamburi, sonagli, bacchette; vi sono anche strumenti a fiato come fischietti e specie di flauti diritti con imboccatura.
L’appuntamento con lo spettacolo è in Piazza della Chiesa, Poggio a Caiano, alle ore 21,30. L’ingresso costa L. 15.000. Ricordiamo che su Internet all’indirizzo www.scanner.dada.it sono presenti tutti i programmi dei Festival di Toscana Musiche con dettagliate informazioni sugli artisti.
Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.