Torna nei negozi l'album di Paul McCartney che la critica stroncò (e pure i Beatles)

La nuova vita del disco, che sarà nuovamente disponibile dal 14 maggio.
Torna nei negozi l'album di Paul McCartney che la critica stroncò (e pure i Beatles)
Credits: Mary McCartney

"Il punto più basso della decomposizione del rock degli Anni Sessanta. Incredibilmente incoerente e completamente inadeguato", "È la cosa peggiore che Paul McCartney abbia mai fatto", "Non che sia un brutto album, anzi, sarebbe un buon album per chiunque. Il problema è che qui si parla di un uomo che si chiama Paul McCartney": sono solo alcuni dei commenti apparsi nel 1971 sulle pagine di riviste come Rolling Stone, New Musical Express e Melody Maker all'interno delle recensioni di "Ram", il disco che Paul McCartney pubblicò quell'anno insieme a sua moglie Linda. L'album, il secondo pubblicato dal cantautore dopo lo scioglimento dei Beatles, venne stroncato dalla critica.

E non solo. Anche dai suoi ex compagni di band.

Ringo Starr proprio al Melody Maker disse: "Sono deluso. Credo che sia un grande artista, incredibilmente prolifico e intelligente, ma i suoi dischi mi hanno deluso. Non penso che ci sia una sola canzone degna di questo nome in 'Ram'". Lennon fece sapere di aver gradito solo le parti iniziali di "Uncle Albert/Admiral Halsey" e di "Ram on" e alcuni passaggi di "3 legs", definendo il disco come "pop and roll suburbano". A distanza di cinquant'anni dalla sua pubblicazione, "Ram" torna ora nei negozi. In un'edizione speciale - limitata - pensata proprio per celebrare la ricorrenza, con le tracce rimasterizzate con la tecnica dell'half speed mastering.

Già preordinabile, il vinile arriverà nei negozi il 14 maggio (l'edizione originale del 1971 venne pubblicata il 17 dello stesso mese). Non è la prima volta che "Ram" viene ristampato: nel 2012 McCartney ne pubblicò un'edizione deluxe con dentro svariati cd e anche un dvd.

Nonostante le stroncature dell'epoca, la reputazione del disco è cresciuta nel corso degli anni e "Ram" è stato rivalutato tanto dal pubblico quanto dalla critica. Nel 2012, recensendo la ristampa, Mojo ne parlò come di "un disco che racchiude la quintessenza di McCartney". E Pitchfork, la Bibbia dell'indie, gli riconobbe il merito di aver per certi versi "anticipato l'indie pop".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.