Black Sabbath, Tony Iommi: "Il rock non è morto"

Il chitarrista della band dice la sua sullo stato di salute del genere.
Black Sabbath, Tony Iommi: "Il rock non è morto"

Il chitarrista dei Black Sabbath Tony Iommi, intervistato da Consequence Of Sound, ha voluto dire la sua sullo stato di salute del rock, un tema sempre di grande attualità e molto caro a Gene Simmons dei Kiss che ormai da anni va sbandierando la morte del rock ucciso dai servizi di streaming e dai giovani utenti che non vogliono pagare per la musica.

Il punto di vista di Iommi, però, è diametralmente opposto a quello del bassista dei Kiss e più vicino a quello di Alice Cooper secondo cui il rock non è morto e ci sarà sempre qualcuno pronto ad imbracciare una chitarra: "Non penso che il rock sia morto - ha detto il chitarrista dei Black Sabbath - è una cosa che dicono da anni ma non credo che il rock stia morendo. Quante volte ho sentito questa frase negli ultimi 50 anni? Ne parlano da un bel po' di tempo".

"La buona musica non sparirà - aggiunge Iommi - avrà sempre il suo mercato, ci saranno sempre delle band poco rilevanti, come è sempre stato e come sempre sarà. Ma ci sono anche delle band che invece dureranno e rimarranno lì. C'è gente come i Metallica, ad esempio, una band che nessuno dimenticherà mai con un sacco di fan e una grande fanbase. Ci sono un sacco di band là fuori, la musica non smetterà di suonare". Iommi in questo periodo è molto impegnato sul fronte delle ristampe dei Black Sabbath a quattro anni dall'ultimo show e si sta concentrando anche sul mettere mano agli album della band fuori dall'epoca che li ha visti protagonisti con Ozzy Osbourne alla voce. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.