Celebrità musicali e NFT: cosa hanno venduto gli "artisti pionieri"?

Dagli album esclusivi alle audio sex tapes: siamo di fronte a un modello o a una montatura? Nel frattempo girano molti soldi
Celebrità musicali e NFT: cosa hanno venduto gli "artisti pionieri"?

Cosa hanno in comune 3LAU, Ozuna, Mike Shinoda, i Kings Of Leon, Grimes, Lil’ Pump, Post Malone, Azealia Banks? Niente. A parte gli NFT, naturalmente, della cui applicazione alla musica sono tra i pionieri. Passare in rassegna le loro emissioni e le loro aste in cripto-valuta ci fornisce una casistica sulle opzioni che il fenomeno NFT sembra concedere all’industria musicale, per lo meno al segmento delle celebrità.

3LAU ha messo all’asta alcuni esclusivi NFT commemorativi del terzo compleanno del suo best-seller “Ultraviolet”, arrivando a generare $11.684.101. L’iniziativa di 3LAU prevedeva che fossero coniati soltanto 33 esemplari di “Ultraviolet Vinyl NFT”.


Ozuna ha pubblicato una micro-collezione intitolata “small bears”. Gli orsetti che hanno caratterizzato le copertine dei suoi album  “Odisea” (2017) e “ENOC” (2020) - sono rappresentati da cinque NFT ciascuno, disponibili a un prezzo diverso: “Bears 1” a $ 1.555, “Bears 2” a $ 1.666, “Bears 3” a $ 1.777, “Bears 4” a $ 1.888 (e cosa sarà di “Bears 5”…?).


Mike Shinoda dei Linkin Park ha venduto la sua prima collezione di crypto-arte in NFT sul marketplace Zora, ricavandone $30.000 dopo avere accettato l’offerta di un banditore che aveva rilanciato dal prezzo originale d’asta di 18.000 DAI (una criptovaluta che viaggia alla pari col dollaro U.S.A., quindi circa $ 18.000).

Grimes ha messo all’asta opere digitali in NFT per $6 milioni: dei 10 pezzi alcuni erano unici, altri numerati fino a migliaia di repliche; l’articolo più caro è risultato un video unico intitolato “Death of the Old”, in cui una luce scintillante illumina una spada e una croce tra cherubini librati in volo e su una canzone originale di Grimes. Il vincitore se l’è aggiudicato per $389.000.

A fare molto rumore sono stati I Kings Of Leon che hanno generato circa 2 milioni di dollari dalle vendite del loro album pubblicato in NFT, il primo della storia.  NFT Yourself” è stato pubblicato in partnership con la startup Yellowheart e la collezione conteneva una versione del nuovo album della band “When You See Yourself”. La valuta utilizzata è stata l’Ethereum.

E terminiamo con variazioni sul tema principale (quello delle emissioni e delle collezioni). Post Malone  ha lanciato un NFT con cui i fans possono giocare con lui a beer pong, mentre Jacob Collier ha messo all’asta NFT celebrativi della sua nomination ai Grammys mentre Azealia Banks ha venduto una audio sex-tape per oltre 17.000 dollari.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.