Ted Nugent: "Mi hanno dato del 'negro' e ne sono stato contento"

"E' stato il più bel complimento che abbia mai ricevuto"
Ted Nugent: "Mi hanno dato del 'negro' e ne sono stato contento"

Ted Nugent non è certo noto per essere un progressista - anzi. Tuttavia ha sempre respinto le accuse di razzismo, e per ribadirlo ha raccontato, in un video di Facebook Live, un episodio risalente al lontano 1963.
All'epoca Nugent era il leader di una band, i Lourds, che vinse un concorso il cui premio era suonare prima delle Supremes alla Cobo Hall di Detroit.
Durante il soundcheck, Nugent racconta di essere stato avvicinato da Uno dei Funk Brothers.
I Funk Brothers erano una band di Detroit che fra la fine degli anni CInquanta e l'inizio degli anni Settanta proponeva un repertorio basato sulle canzoni della Motown.

"Sapevamo che quel giorno ci sarebbero stati i Funk Brothers, allora la massima autorità in fatto di musica. Durante la prova dei suoni vedevamo che ci stavano osservando, e a un certo punto uno di loro, il più grosso e il più nero di tutti, ci raggiunse sul palco. Mi mise un braccio intorno alle spalle e mi disse: 'Ve la cavate alla grande, ragazzi. E tu, continua a suonare la chitarra così e diventerai un negro, da grande'. E' stato il più bel complimento che abbia mai ricevuto, voleva dire che avevo del soul. Ancora oggi lo considero una medaglia d'onore".

E ha aggiunto:

"Chiunque sia un po' attento - non quelli che mi definiscono un razzista, ma quelli che sono intellettualmente onesti - sanno che per tutta la mia vita da musicista ho sempre onorato e rispettato i grandi eroi della musica nera - il che sta a dimostrare che sono antirazzista. Quindi, se incontrate qualcuno che vi dice che Ted Nugent è un razzista, vuol dire che quel tizio è un pezzo di merda di bugiardo subumano".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.