Porfirio Rubirosa, il video del singolo "Il giardino dell'Eden"

Il brano è tratto da "Breviario di teologia dadaista"
Porfirio Rubirosa, il video del singolo "Il giardino dell'Eden"

È uscito il nuovo singolo di Porfirio Rubirosa and His Band, "Il giardino dell'Eden", accompagnato da un videoclip ideato e girato dallo stesso cantautore.
La canzone è un atto d’accusa nei confronti dell’uomo e della sua capacità scellerata di fare scempio della natura e, conseguentemente, di autodistruggere sé stesso. Il linguaggio utilizzato è estremamente crudo, costruito su versi a tinte forti.
Spiega in proposito l'autore:


“Con 'Il giardino dell’Eden' era mia intenzione essere disturbante. Sulla scorta dell’insegnamento di Antonin Artaud e del suo Teatro della Crudeltà, volevo che messaggi ed immagini forti arrivassero con un linguaggio altrettanto forte. Volevo infastidire l’ascoltatore, così come dovrebbero infastidirci tante situazioni deprecabili di questo mondo disgraziato nel quale viviamo. E non mi interessava utilizzare la solita, trita arma dell’ironia, strumento questo ormai talmente abusato da essere divenuto una freccia spuntata, un cannone con le polveri bagnate, ed in fin dei conti, un facile escamotage che gli artisti usano per raccontare con la realtà. Non c’è più nulla da ridere. Non c’è più tempo per la spensieratezza”.

Il brano è tratto da "Breviario di teologia dadaista", che il cantautore veneziano ha realizzato insieme alla sua band composta da Drugo Arcureo, Pastafarian Andyman, IndiAnanas Jones e Krugerpritz e ad altri musicisti di rilievo. Ospite musicale del brano anche Sir Oliver Skardy, SIR OLIVER SKARDY, frontman dell'ormai disciolta reggae band veneziana Pitura Freska, il quale presta la propria inconfondibile voce per l’introduzione del pezzo.


Il videoclip della canzone è stato interamente ideato e girato da Porfirio Rubirosa. Si tratta di un esperimento registico caratterizzato da un unico campo lunghissimo, una particolare inquadratura cinematografica nella quale lo spazio ripreso dalla telecamera è vastissimo. La scelta di questa tecnica, molto utilizzata dal cinema western, ha permesso di dare risalto al parco pubblico cittadino che ha fatto da sfondo alle riprese, un grande spazio verde dove tuttavia campeggia un ripetitore e in cui i presenti compiono piccoli gesti di inciviltà. 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.