Queen, Roger Taylor spiega i segreti per diventare un grande batterista

Il musicista: "Non basta saper tenere il tempo"
Queen, Roger Taylor spiega i segreti per diventare un grande batterista

Roger Taylor ha spiegato che il segreto per essere un grande batterista è "non mettersi in mostra ma suonare pensando a tutta la canzone, e non limitarsi a tenere solo il tempo". L’occasione per ripercorrere la sua carriera e per dare un po’ di consigli ai giovani batteristi è arrivata con il lancio della serie di documentari The Greatest sul canale YouTube dei Queen con cui la band si avvicina all’anniversario dei 50 anni.

Roger Taylor ha detto di essere "fortunato" ad avere le caratteristiche fisiche giuste per un batterista: "Il ritmo è qualcosa che hai dentro, oppure no. E i polsi sono importanti perché è con quelli che dai il colpo": l'artista ha spiegato che alla base della grandezza dei Queen, prima con Freddie Mercury  e oggi durante i tour mondiali del progetto Queen + Adam Lambert c’è la sua chimica naturale con Brian May ("Da sempre, sul palco e in studio ognuno di noi due è in grado di capire esattamente cosa vuole l’altro") e ha raccontato che il suo primo strumento è stato l’ukulele: "Ma non sapevo suonarlo". A Natale del 1961 suo padre gli regala una grancassa e un tom tom di seconda mano, e Roger risparmia otto sterline per comprarsi dei piatti Zidjian nuovi e un altro tom tom: "Il fatto di potermi permettere solo un pezzo di batteria alla volta è stato un allenamento importante".  Il suo consiglio finale ai giovani batteristi è quello di capire che: "Il batterista guida la band, deve aggiungere qualcosa al suono e non solo far parte di tutto quello che tiene il tempo. La cosa più importante è suonare mettendosi al servizio della canzone".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.