Musica e gaming, Warner investe in Overwolf

La major ha preso parte a un round di finanziamento della società israeliana da oltre 52 milioni di dollari
Musica e gaming, Warner investe in Overwolf

Diventa sempre più attrattivo, per le multinazionali discografiche, il mondo del gaming: il gruppo Warner, dopo aver annunciato - all’inizio dello scorso gennaio - di aver preso parte a un round di finanziamento della piattaforma Roblox, è tornato a investire nell’intrattenimento digitale unendosi a una cordata di imprese guidata da Griffin Gaming Partners e Insight Partners, attraverso la quale la gaming house israeliana Overwolf ha raccolto 52,5 milioni di dollari per potenziare ed espandere le proprie attività.

Con quartier generale a Tel Aviv e 70 dipendenti tra sviluppatori, tecnici, designer e product manager, Overwolf - piattaforma di sviluppo per soluzioni di gaming “costruita da creativi per i creativi” - conta 30mila affiliati e circa 18 milioni di utenti attivi mensili, con un tasso di crescita schizzato al 300% su base annua nel 2020. Segreto della formula proposta dalla piattaforma è lo sviluppo di soluzione di gaming UGC, ovvero di videogiochi creati dagli utenti per altri utenti: “Overwolf è leader nel settore dei videogiochi UGC”, ha osservato Nick Tuosto, co-fondatore di Griffin Gaming Partners e amministratore delegato di LionTree, “La piattaforma rappresenta una delle rarissime opportunità di monetizzazione per migliaia di creator: caratteristica, questa, che si traduce in un maggiore coinvolgimento per gli editori e più contenuti per i giocatori. Servizi come Overwolf hanno posto le basi perché questo settore conosca una nuova generazione di contenuti UGC, e siamo entusiasti di investire nell'azienda leader che sta portando avanti questo discorso”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.