Gli Abbey Road Studios investono nella tecnologia per collaborazioni in remoto

Il leggendario centro londinese controllato dal gruppo Universal ha acquisito la start-up Audiomovers
Gli Abbey Road Studios investono nella tecnologia per collaborazioni in remoto

Gli Abbey Road Studios, le leggendarie sale che hanno ospitato - dai Beatles in poi - le session di registrazione di album oggi considerate pietre miliari nella storie del rock, hanno acquisito la start-up Audiomovers, specializzata nello sviluppo di software che permettono la collaborazione remota tra artisti e produttori.

L’operazione permetterà agli studi - oggi di proprietà del gruppo Universal - di potenziare la propria operatività a distanza, anche su scenari post-pandemici, in vista di potenziali aperture a nuove nicchie di mercato: “L'anno scorso abbiamo visto che il 100% delle session in studio richiedono un certo livello di accesso da remoto, e il nome di Audiomovers veniva puntualmente menzionato", ha spiegato Isabel Garvey, Managing Director degli ‎Abbey Road Studios, "Crediamo che l’evoluzione del nostro settore verso la produzione musicale a distanza sia destinato a durare anche dopo l’emergenza, e vogliamo essere parte di questo nuovo mondo, supportando la creazione di musica in tutte le sue forme, indipendentemente da dove si trovino i creativi"

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.