Donatella Rettore: "Sono nata artista, non potevo essere altro"

Dopo il passaggio a Sanremo con La Rappresentante di Lista, la cantante si racconta in una lunga intervista al Corriere. E ricorda i consigli di Dalla e De Gregori
Donatella Rettore: "Sono nata artista, non potevo essere altro"

Si torna a parlare di Donatella Rettore, una delle icone del pop italiano: il duetto sanremese con La Rappresentante di Lista su "Splendido splendente" ha dato nuova visibilità alla cantante, interprete anche di classici come "Kobra": "C’è allegria e ironia. Tanto è vero che le cantano anche i bambini", dice di quelle canzoni Rettore, che si confessa in una lunga intervista concessa a Mario Luzzatto Fegiz del Corriere. "Io sono sempre stata un po’ punkettara, solo che mi castravano dicendo che dovevo far la cantautrice. Mi sono sempre sentita una bambina al guinzaglio pronta a scappare; ho dovuto sciogliere le catene. Ma non si riesce mai a farlo da soli. Ci vuole l’aiuto di qualcuno".

Oltre a dettagli sulla sua vita privata, la cantante racconta soprattutto la sua musica, a partire dal suo rapporto con le parole: 

Contrariamente a quello che molti sostengono l’italiano è un dolce idioma. Io ho sempre composto testi con attenzione ai contenuti. Nei brani di successo c’è la presa di coscienza di una donna. I versi spesso vengono recepiti grazie a giochi di fonetica come Di notte specialmente (del ‘94). Qualche critico disse che erano parole in libertà. Balle. Non aveva capito. Si prevedeva un mondo di single: si va a cena, si fa l’amore e il giorno dopo ciascuno per la sua strada fino al prossimo incontro»

E parla degli incontri che le hanno cambiato la vita: Claudio Rego, poi sposato nel 2005, ma anche i colleghi del mondo dello spettacolo, tra cui ricorda Lucio Dalla e Francesco De Gregori

Soprattutto quello con Lucio Dalla. Facemmo tre concerti assieme: Mi disse: “Non mollare, vai avanti, le difficoltà fanno parte del nostro lavoro. E ricorda: non puoi piacere a tutti”. Altro incontro importante con De Gregori. Mi consigliò: “Scrivi senza pudore, senza pensare. Non ti far fregare da quelli che dicono che la donna è sesso debole.” Quel colloquio mi aprì la mente. Dovevo fregarmene delle critiche. Così nacque il mio primo album Donatella Rettore. Altri mentori sono stati i maestri Pinuccio Pirazzoli e Natale Massara».

Non è tutto rose e fiori, anzi: le tensioni, soprattutto con le colleghe, come la Berté:

Loredana mi querelò per alcune critiche. Ma non arrivammo mai davanti al giudice. Però ho sbagliato in passato a giudicare le colleghe. Non è il mio ruolo. Io devo fare i fatti miei e semmai fare autocritica. Non voglio offendere nessuno sopratutto in questo momento

E il rapporto complesso con un mondo maschilista:

Quello del cantautorato era un mondo maschile. Negli anni 70 mi toccava sentire cose tipo i “maschi sono più bravi”, “devi aspettare il momento giusto”. C’era una miso

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.