Elton John critica l'ipocrisia del Vaticano

La chiesa cattolica ha ribadito che le nozze dello stesso sesso “non possono essere considerate lecite”.
Elton John critica l'ipocrisia del Vaticano

Elton John ha criticato il Vaticano per la sua decisione di non consentire i matrimoni gay all'interno della chiesa cattolica. Rispondendo alla domanda se i sacerdoti possano benedire le coppie omosessuali, la Congregazione per la Dottrina della Fede oggi ha affermato che le nozze dello stesso sesso “non possono essere considerate lecite”.

La risposta formale dell'ufficio ortodosso vaticano, è stata approvata da Papa Francesco, che ha affermato che "Dio non fa e non può benedire il peccato". L'anno scorso, il Papa durante una intervista aveva appoggiato le unioni civili gay.

Sul suo canale Instagram, nel pomeriggio, il 73enne Elton John ha pubblicato uno screenshot degli articoli delle notizie sulla risposta del Vaticano, evidenziandone l'apparente ipocrisia scrivendo: “Come può il Vaticano rifiutarsi di benedire i matrimoni gay perché 'sono peccato' eppure felicemente trarre un profitto dall'avere investito milioni in 'Rocketman', un film che celebra la mia scoperta della felicità dal mio matrimonio con David (Furnish, il marito del cantautore britannico, ndr)??"

Nel dicembre 2019 venne pubblicata la notizia che la Segreteria di Stato del Vaticano aveva contribuito con 850.000 sterline al biopic, nonostante il film descriva le relazioni del musicista di Pinner e includa scene di sesso omosessuale. Elton John, è da lungo tempo un sostenitore dei diritti LGBTQ e si è sposato con il suo partner David Furnish nel 2014, anno in cui il matrimonio tra persone dello stesso sesso è diventato legale in Inghilterra. In precedenza, nel 2005 i due si erano uniti civilmente.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.