Comunicato Stampa: Tuxedomoon in concerto per 'Estate al Parco'

Comunicato Stampa: Tuxedomoon in concerto per 'Estate al Parco'
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

TUXEDOMOON IN CONCERTO ALLO SPAZIO UMANA DEL PARCO DI S.GIULIANO
Giovedì 30 giugno alle 20:30 presso lo Spazio Umana del Parco di San Giuliano (VE) per la rassegna “Estate al Parco” concerto in esclusiva per il nord Italia dei Tuxedomoon, band di culto della scena new wave anni ’80. La band americana presenterà il nuovo album ”Cabin in the sky” che la conferma all’avanguardia nella ricerca di un affascinante e personale percorso musicale.
Capaci di combinare irruenza punk e orchestrazioni d'avanguardia, i Tuxedomoon si confermano una delle esperienze più originali della new wave. Considerati da molti il miglior gruppo degli anni ‘80, si caratterizzano per un sound inconfondibile, clamorosamente mitteleuropeo.
Uno stile che ha fatto scuola oscillando tra geometrie new wave e dilatazioni cameristiche, tra pop e classico, tra cabaret e inquietudine, tra la Berlino di Weimar e la New York del delirio urbano.
I Tuxedomoon con la loro musica, con il loro peculiare suono ossessivo, glaciale e appassionato tornano oggi a materializzarsi com’era nei giorni migliori, aggiornati ai tempi attuali.
Un'avventura iniziata a San Francisco nel 1977 e proseguita in Europa. Una storia, quella dei Tuxedomoon, caratterizzata da una grande "visibilità", dovuta soprattutto ai loro famosi spettacoli, in cui fin dagli inizi mescolarono cabaret espressionista, romanticismo di chiara ascendenza europea e brandelli di futurismo. Con loro, le forme della musica classica vennero coniugate allo sviluppo industriale, coniando un genere fortemente caratterizzato ed innovativo.
Nati sul finire degli anni ‘70 da un ‘idea di Blaine L. Reininger (tastiere e violino) e Steve Brown (tastiere e strumenti assortiti), all’epoca studenti di musica elettronica al San Francisco City College, i Tuxedomoon, nel primissimo periodo, vennero coadiuvati saltuariamente da alcuni esponenti della scena teatrale locale, come Victoria Lowe, Gregory Cruikshank e il mimo-cantante Winston Tong. Grazie a queste partecipazioni i loro concerti acquisirono una valenza sempre più prossima a quella degli spettacoli multimediali. Influenze fondamentali furono, inoltre, William Burroughs, John Cage, Albert Camus, Giorgio Moroder, David Bowie e Brian Eno.
Si unirono in un secondo tempo alla band il chitarrista Michael Belfer (già negli Sleepers) e il batterista Paul Zahl (in seguito con SVT e Flamin' Groovies). Belfer abbandonò poco dopo, mentre fu reclutato come membro effettivo Peter Principle (polistrumentista e grande appassionato di musica d'avanguardia). La popolarità della band crebbe soprattutto in Europa, dove il gruppo divenne oltremodo famoso con la pubblicazione del 33 giri Half Mute, uscito nel 1980. Lavoro seminale e, a tratti, genialoide, Half Mute rappresenta il classico Tuxedomoon-sound, oltre che uno dei dischi più importanti dell'intera new wave.
Stabilitisi prima a Rotterdam nell’Aprile 1981 in cui passarono sei mesi come artisti residenti, furono presto inglobati (come molti altri) dalla scena indipendente che cominciò a fiorire a Bruxelles negli anni ottanta, al tempo grande incrocio culturale capace di attirare gruppi da tutto il mondo. Sciolto semi-ufficialmente nel 1889, il gruppo ha continuato a lavorare su collaborazioni e progetti così come sulla loro produzione individuale, aggiornando continuamente la loro discografia collettiva con lavori per balletti, film e altri media così come per musica fine a se stessa.
Dopo il lungo silenzio degli anni ‘90, grazie all'entusiasmo di DJ Hell, autore di un album di remix delle canzoni dei Tuxedomoon, i membri fondatori del gruppo si riunirono per dare vita ad un tour che vide la luce in Germania nel Novembre del 2000, continuando poi per tutta l’ Europa, il Nord e il Sud America.
Nel giugno 2004, esce quindi “Cabin In The Sky”. Indubbiamente tentativo riuscito di fare un disco in cui risaltassero elementi nuovi nel contesto formale tipico del gruppo.

Oltre che presso i circuiti Box Office (www.boxofficeitalia.com oppure 041/2719090) e TiketOne (www.tiketone.it) sarà possibile acquistare i biglietti per il concerto (posto unico € 10) presso la biglietteria dello spazio tenda “Spazio Umana” a partire dalle ore 17:00 di giovedì dove saranno messi in vendita anche i biglietti per lo spettacolo del duo comico Carlo & Giorgio di domenica 3 luglio, posticipato alle ore 20:30 anziché alle 17:30. Per ulteriori informazioni sugli spettacoli di Estate al Parco si può contattare l’infoline 338-6511310 durante l’orario d’ufficio oppure il sito www.parchidimestre.it.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.