Milleluci: l'ultimo programma televisivo di Mina

La Tigre di Cremona lasciò la ribalta televisiva nel 1974, l'ultimo concerto nel 1978.
Milleluci: l'ultimo programma televisivo di Mina

Il 16 marzo 1974 venne trasmessa dalla nostra emittente di stato la prima delle otto puntate del varietà televisivo Milleluci. La regia del programma venne curata da Antonello Falqui, mentre la conduzione venne affidata a Mina e Raffaella Carrà. Quest'ultima sostituì, praticamente in corsa, Alberto Rabagliati venuto a mancare all'età di 67 anni, a causa di una trombosi cerebrale, la settimana precedente il via dello show, l'8 settembre.

Le otto puntate di Milleluci erano a tema, ognuna dedicata a un diverso genere di spettacolo, con ospiti ad hoc: la radio, il café chantant, la rivista, la televisione, l'avanspettacolo, il cabaret, il musical, l'operetta il circo e la commedia musicale. Non essendo il programma in diretta, ma registrato in precedenza, Alberto Rabagliati partecipò alla prima puntata, dedicata alla radio, cantando "Il primo pensiero d'amore", brano pubblicato dall'interprete milanese nel settembre 1940.

La sigla di apertura di Milleluci, cantata e ballata da Raffaella Carrà, era "Din don dan". Il brano venne poi inserito nell'album della soubrette romagnola "Milleluci", così intitolato sull'onda del successo televisivo. Le canzoni presenti nel disco erano le cover dei brani proposti dalla Carrà nel programma tv. Oltre a due inediti, la sigla "Din don dan" e "Ma che sera", canzone scritta da Gianni Boncompagni, che sarà anche il titolo di uno show Rai del sabato sera andato in onda nel 1978 condotto da Raffaella Carrà e scritto da Gianni Boncompagni con Dino Verde per la regia di Gino Landi.

"Non gioco più" era la sigla di chiusura, interpretata da Mina, accompagnata dal grande armonicista jazz belga Toots Thielemans. "Non gioco più" venne scritta da Roberto Lerici (testo) e Gianni Ferrio (musica). Questa canzone, uno degli innumerevoli classici della cantante lombarda, ha rischiato di essere ricordata come la sua ultima prima dell'addio al mondo della musica da parte della Tigre di Cremona che, in un momento di evidente sconforto, dichiarò: "Sono stata molto male, dopo Milleluci non canterò più."

Milleluci segnerà l'addio di Mina al mondo della televisione che l'aveva vista protagonista nei quindici anni precedenti. Anche se, nel 1978, interpretò "Ancora ancora ancora" quale sigla di chiusura del programma televisivo Mille e una luce. L'ultima apparizione in pubblico della interprete lombarda è invece legata al concerto del 23 agosto 1978 che si tenne al teatro tenda Bussoladomani di Marina di Pietrasanta, in provincia di Lucca. Questo ultimo spettacolo dal vivo di Mina è immortalato nel doppio album "Mina Live '78".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.