YouTube, Google detrarrà le tasse USA sui proventi da royalties

Per i creator residenti fuori dagli USA il nuovo assetto potrebbe comportare riduzioni nei pagamenti fino al 30%
YouTube, Google detrarrà le tasse USA sui proventi da royalties

A partire dal prossimo giugno Google tratterrà le imposte sui proventi da royalties maturate dagli autori e dai titolari dei diritti per le opere presenti su YouTube: ad annunciarlo è stata la società di Menlo Park, che ha fatto sapere di aver stretto un nuovo accordo con l’Internal Revenue Service, l’agenzia di riscossione tributi statunitense. I creator iscritti al YouTube Partner Program potrebbero vedere decurtati i propri guadagni del 24% se non invieranno i propri estremi fiscali tramite Adsense entro il prossimo 31 maggio. “Tutti gli iscritti al YouTube Partner Program, indipendentemente dalla propria posizione nel mondo, sono tenuti a fornire a Google informazioni fiscali per gli Stati Uniti”, ha specificato la società in una nota.

La posizione dei creator non residenti negli USA è da chiarire. Teoricamente, chi opera e abita fuori dal paese potrebbe essere soggetto a una detrazione automatica del 30% (l’aliquota fiscale massima prevista dalle disposizioni americane), ma Google ha fatto notare come l’applicazione delle detrazioni sarà subordinata all’esistenza di eventuali accordi fiscali in corso di validità vigenti tra quello degli Stati Uniti e gli altri governi. Per quanto riguarda l’Italia, dal 2009 il nostro Paese ha ratificato una convenzione con Washington per evitare la doppia tassazione.

Youtube, al proposito, ha pubblicato sulla propria piattaforma un video tutorial destinato ai creator coinvolti nel programma:

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.