Inizialmente Joe Satriani rifiutò di unirsi ai Deep Purple: “Mi sentii offeso”

Il 64enne virtuoso della sei corde ricorda quando gli fu chiesto di entrare a far parte della band britannica.
Inizialmente Joe Satriani rifiutò di unirsi ai Deep Purple: “Mi sentii offeso”

Dopo che nel 1993 Ritchie Blackmore abbandonò definitivamente i Deep Purple, il posto del chitarrista rimasto vacante fu preso da Joe Satriani - che, rimasto con la band britannica solo per breve tempo per tornare a dedicarsi alla sua carriera solista, fu successivamente sostituito da Steve Morse. 

Come ricordato dal 64enne virtuoso della sei corde a margine di una recente intervista rilasciata a Ultimate Classic Rock, inizialmente, però, Satriani rifiutò di unirsi ai Deep Purple quando ricevette la chiamata dal manager del gruppo che gli offriva la possibilità di sostituire Blackmore.

"Mi sentii offeso quando me lo chiese, perché ero un grande fan di Ritchie Blackmore”, ha spiegato il chitarrista statunitense di origine italiana: "Nessuno può sostituire Ritchie Blackmore”. Dopo aver narrato di aver detto al manager dei Deep Purple di non chiamarlo "mai più” e di aver riagganciato il telefono, Joe Satriani ha raccontato di aver cambiato idea poco dopo la sua iniziale reazione negativa: "Ovviamente, 30 minuti dopo ho richiamato il manager e gli ho detto: ‘Ehi, non hai ancora detto di no alla band?’. E lui mi ha risposto: 'No, sapevo che avresti cambiato idea’”.

A proposito della difficoltà iniziale nell’accettare l’offerta di prendere il posto di Ritchie Blackmore all’interno dei Deep Purple, tra i membri fondatori della formazione di "Machine head”, Satriani ha detto: "Ti irrigidisci un attimo all’idea e pensi: ‘Non lo farò’.

Non è ciò che faccio’”. Descrivendo la possibilità di entrare a far parte della band inglese come una di quelle cose “su cui devi rifletterci un po’”, il chitarrista ha poi ricordato: "Mi sono poi detto: 'Sì, questo è totalmente fuori dagli schemi, ma forse è un modo per continuare a celebrare l’eredità artistica, e forse imparerò qualcosa”. Ricordando successivamente la paura nel sostituire sul palco Blackmore durante il tour della formazione britannica nel 1993 e 1994, il virtuoso della sei corde ha spiegato: "Alla fine devi solo dirti: ‘Cerchiamo di essere coraggiosi. Buttiamoci e vediamo che succede’”. .

Joe Satriani ha pubblicato il suo più recente album solista, dal titolo “Shapeshifting”, nell’aprile del 2020. I Deep Purple, invece, hanno dato alle stampe la loro ventunesima prova sulla lunga distanza, “Whoosh!” lo scorso mese di agosto.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.