Sanremo 2021, "Abbiamo fatto sbocciare un fiore nel deserto"

La quarta conferenza stampa dell'Organizzazione 
Sanremo 2021, "Abbiamo fatto sbocciare un fiore nel deserto"

Per non attaccare immediatamente con le cattive notizie, si apre con dichiarazioni di grande soddisfazione per i risultati di RaiPlay, in netto aumento rispetto allo scorso anno, come pure le interazioni social.
Meno buone le notizie sul fronte degli ascolti televisivi, come già abbiamo riferito; Stefano Coletta, direttore di Rai Uno, mette le mani avanti dichiarandosi "molto contento" della serata di mercoledì e premettendo che questa edizione del Festival è "incomparabile" con tutte quelle che l'hanno preceduta (parla, aulicamente, di "aver fatto nascere un fiore nel deserto" e di "un altro goal del servizio pubblico").

Sottolinea che la seconda serata storicamente segna un arretramento rispetto alla prima, indica nella contemporaneità con le partite di calcio trasmesse mercoledì sera in TV la causa della flessione, ed elogia pubblicamente la crescita professionale di Amadeus - citando in tedesco Freud (e meno male che non c'è Fiorello, altrimenti sai le prese in giro.).


Amadeus ringrazia per gli apprezzamenti e si dice molto orgoglioso di questo Festival, oltre che positivamente sorpreso dai risultati di ascolto. E parla, drammaticamente, di un Paese disperato perché non sa cosa mettere in tavola la sera.


Claudio Fasulo fornisce le informazioni di servizio: la scaletta di questa sera, che comprende uno spazio dedicato ai lavoratori dello spettacolo condotto da Francesco Pannofino, gli ospiti di Ibrahimovic - Sinisa Mihailovic e il giovane calciatore disabile Donato Grande - e la presenza della modella bresciana Vittoria Ceretti. Achille Lauro canterà "Penelope" con Emma e MOnica Guerritore. Infine archivia la querelle sul presunto plagio dei Maneskin citando la perizia di cui abbiamo già riferito e la "assoluzione" dei periti musicali della RAI.


Si dà spazio alle domande - dalla sala stampa e dai giornalisti collegati - solo dopo più di mezz'ora dall'apertura dell'incontro.

L'Ariston è l'unico palco aperto in questo periodo di pandemia: ci sarà uno spazio per parlare dei problemi dei lavoratori dello spettacolo?

Amadeus: "La solidarietà l'abbiamo espressa, e non è da qui che possiamo chiedere la riapertura dei teatri e delle sale da concerto".

Quanto ha pesato l'effetto Bugo/Morgan?

Amadeus: "La memoria di quanto è successo l'anno scorso ha il suo effetto, e l'ha avuto sia martedì sera, con la presenza di Diodato, sia ieri sera, con quella di Bugo".

E se vincesse Irama, che ha partecipato solo in video?

Amadeus: "Da regolamento (modificato) è possibile. Se succedesse, ci collegheremo con lui in video: sarebbe il primo vincitore in DAD..."

Dardust è confermato come ospite per la serata finale?

Amadeus: "Sì, si esibirà dal palco, e non da solo, ma con altri musicisti".

A proposito delle discrepanze innovazione/tradizione evidenziate dai risultati delle votazioni della giuria demoscopica, il televoto potrà modificare la situazione?

Amadeus: "La giuria demoscopica ha un'identità peculiare, abbastanza lontana sia dall'innovazione sia dalla tradizione. E' un dato di fatto. Credo che le tre componenti di valutazione - demoscopica, televoto, sala stampa - siano molto diverse fra loro, e che questo peserà nella graduatoria finale (stasera voterà l'orchestra)".

Claudio Fasulo: "La composizione della giuria demoscopica rispecchia la distribuzione delle età nella popolazione italiana. Le persone fra i 16 e i 18 anni in Italia sono il 3%, e questa percentuale è rispecchiata nella giuria demoscopica".

Pensate che si sarebbe potuto fare di più per rallegrare e divertire il pubblico a casa?

Amadeus: "Non esiste uno spettacolo televisivo perfetto: certo che si sarebbe potuto fare di più. Ma in un contesto diverso, la stessa identica serata di ieri avrebbe dato migliori risultati di audience. La gente è arrabbiata: noi cerchiamo di alleviare la sua rabbia".

Ma il fatto che il Festival si tenga a dispetto della situazione non può aver creato un effetto di antipatia nei confronti delle manifestazione?

Amadeus: "Può essere. Avevo delle idee per evitare questa conseguenza, ma non sono state realizzabili. Se c'è qualcuno arrabbiato con me perché io sto facendo uno spettacolo, me ne dispiaccio".

Adriano Celentano e Roberto Benigni non hanno accettato l'invito? Potrebbe arrivare qualche amico, tipo Jovanotti o Gerry Scotti?

Amadeus: "Anche per gli artisti è difficile pensare a un'idea da mettere in scena in un Sanremo come questo; c'è anche qualcuno che ha paura non di venire a Sanremo, per ragioni di salute, ma proprio di uscire di casa. Abbiamo invitato molte persone: ci hanno risposto' no, grazie', ma non per questo le considero meno amiche".

E il palloncino a forma di fallo su una poltrona dell'Ariston?

Amadeus: "Non è stata una scelta, ma una casualità non voluta. I palloncini li abbiamo comperati in cartoleria...".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.