Big Hit, investimento milionario nella ‘voce digitale’

L’etichetta di punta del K-pop stringe un accordo da oltre 3 milioni e mezzo di dollari con Supertone, società specializzata nello sviluppo di voci artificiali
Big Hit, investimento milionario nella ‘voce digitale’

Big Hit Entertainment, l’etichetta delle star del K-pop BTS che rappresenta ormai una realtà più che affermata non solo sul panorama asiatico ma a livello globale, ha investito oltre tre milioni e mezzo di dollari in Supertone, società specializzata nello sviluppo di voci sintetiche. “Accelereremo la globalizzazione della tecnologia di intelligenza artificiale di Supertone e svilupperemo ulteriori soluzioni per aiutare le aziende nazionali a mantenere il loro vantaggio tecnologico nel mercato globale della produzione di contenuti digitali”, ha fatto sapere il ceo e fondatore di Supertone Kyogu Lee, al quale ha fatto eco il direttore esecutivo di Big Hit Ji-Won Park: “Lavoreremo insieme per creare contenuti digitali che stupiranno i fan”.

La mossa è da inquadrare nella progressiva convergenza tra industria dell’intrattenimento e della tecnologia, già avviata qualche anno fa dalla comparsa dei primi show musicali basati sugli ologrammi di artisti scomparsi come Tupac Shakur, Whitney Houston, Frank Zappa e Amy Winehouse: Supertone ha già ricreato digitalmente la voce dell’artista coreano (scomparso nel 1996) Kim Kwang Seok per una performance virtuale che nel paese asiatico ha profondamente impressionato il pubblico.

Una tecnologia del genere risulterebbe indispensabile per la realizzazione di duetti impossibili con artisti scomparsi in assenza di materiale d’archivio inedito sul quale basare un’eventuale - e azzardata - operazione discografica inedita.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.