Bonomi (Confindustria) sulle radio in Italia: ‘Il settore pubblico drena risorse e danneggia il privato’

Il presidente dell’associazione degli industriali all’attacco: ‘Tutto il comparto è chiamato a forti investimenti in un momento di crisi, e in un contesto dove in Italia per anni si è contrapposto il pubblico al privato…’
Bonomi (Confindustria) sulle radio in Italia: ‘Il settore pubblico drena risorse e danneggia il privato’

Carlo Bonomi, Presidente di Confindustria, è stato ospite nella mattina di oggi, giovedì 25 febbraio, della trasmissione di radio RTL 102.5 Non Stop News. Interrogato sullo stato del settore radiofonico italiano a un anno dallo scoppio della pandemia da Covid-19, il numero uno dell’associazione di categoria delle imprese manifatturiere e dei servizi tricolore ha commentato:

“Le imprese editoriali, quindi anche quella del sistema radiofonico si devono confrontare duramente con quella che è una trasformazione digitale e quindi con un periodo pandemico che ha accelerato i processi di trasformazione. Tutto il settore è chiamato a forti investimenti in un momento di crisi e in un contesto dove in Italia per anni si è contrapposto il pubblico al privato nel settore dell’informazione, in un settore fondamentale garantito dalla Costituzione creando però un mostro. Cioè il pubblico se guardiamo all’estero, è un pubblico che è pagato dalla fiscalità generale e deve fare il suo servizio, in Italia per danneggiare il privato si è creato un ibrido, un pubblico che va a drenare risorse soprattutto economiche al privato e quindi danneggiando anche il settore privato, ma non rafforzando quello pubblico. Credo che sia sbagliato proprio il concetto con cui abbiamo affrontato lo sviluppo dell’intero settore. Detto ciò, è chiaro che in un momento di crisi come quello attuale, il tema dei ristori anche a questo settore deve essere affrontato in maniera diversa, si deve mettere mano all’impianto di come è gestito il pubblico”

Confindustria, come azionista di maggioranza del Gruppo 24 Ore, controlla Radio 24, che secondo i rilevamenti di TER - Tavolo Editori Radio relativi al secondo semestre del 2020 è attualmente la decima emittente radiofonica più ascoltata in Italia dietro a Rai Radio 2 (nona), Virgin Radio (ottava), Radio Kiss Kiss (settima) e Rai Radio 1 (sesta).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.