Collecting, PPL e JAMMS avviano una partnership

Si svilupperà sull’asse Londra - Kingston l’accordo che aprirà ai titolari di diritti giamaicani i mercati di asiatici, oceanici e africani
Collecting, PPL e JAMMS avviano una partnership

La società britannica di collecting fondata da Decca ed EMI nel 1934 Phonographic Performance Limited e JAMMS, ente no profit giamaicano che cura l’intermediazione dei diritti nel paese natale del reggae, hanno stretto un accordo a livello globale: benché entrambe le entità abbiano già in essere partnership per gestire le proprie operatività sul panorama internazionale, PPL raccoglierà i ricavi degli associati a JAMMS su tutti i principali mercati mondiali, compresi quelli in via di espansione come quelli di Corea, Sudafrica e India.

“Il nostro obiettivo è semplice: offrire ai nostri membri le migliori possibilità di aumentare i loro guadagni in termini di royalties”, ha spiegato il dg di JAMMS Evon Mullings: “Questo accordo ci dà l'impronta globale di cui abbiamo bisogno per fornire più diritti a un numero maggiore di nostri membri”. “Sappiamo che la Giamaica ha una grande ricchezza di talenti musicali e la quantità e la velocità con cui la musica viene pubblicata nel paese è sotto gli occhi di tutti”, gli ha fatto eco Peter Leathem, ceo di PPL: “JAMMS sta facendo un lavoro fantastico per conto di artisti e produttori, consentendo loro di dedicare più tempo a investire nella creatività. E’ un vero piacere lavorare con loro e far parte dei loro sforzi per sostenere e sviluppare ulteriormente l'industria musicale giamaicana”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.