Twitch ‘doppia’ i Metallica con musica folk (per ‘colpa’ delle licenze): video

La mossa - che ha suscitato l’ilarità della Rete - per aggirare il rischio di takedown a causa della mancanza di un accordo con i titolari dei diritti
Twitch ‘doppia’ i Metallica con musica folk (per ‘colpa’ delle licenze): video

Il fattaccio, se così possiamo chiamarlo, è successo qualche giorno fa in occasione della cerimonia di apertura di BlizzConline, la convention digitale organizzata dalla casa di produzione di videogame Blizzard Entertainment: i Metallica stavano eseguendo - da remoto - un set allestito proprio per l’evento quando, sul canale di Twitch che stava seguendo l’happening, la traccia audio dal vivo della band heavy californiana è stata sostituita da un vago motivo dal sapore folkeggiante.

Un’incursione di hacker ai danni della band, che - all’epoca del file sharing - è stata la più fiera e pervicace rivale di Napster? Niente di tutto ciò. La stessa performance è andata regolarmente online, senza alcun doppiaggio, sui canali YouTube e Twitch ufficiali di Blizzard.

Come rilevato da diversi osservatori internazionali, il problema è il difficile rapporto che per il momento intercorre tra la piattaforma controllata da Amazon e le principali entità discografiche mondiale, con le quali Twitch non ha ancora stretto accordi di licenza per l’utilizzo di opere coperte da diritto d’autore. Nello specifico Blizzard aveva acquisito i permessi necessari per trasmettere il live sul proprio canale, ma il contratto non riguardava la piattaforma nella sua interezza. Così Twitch, per evitare un takedown - ovvero la chiusura coatta del canale in seguito a una segnalazione di infrazione di diritto d’autore - ha preferito ricorrere al goffo doppiaggio.

Il problema, che si trascina da metà 2020 e che ha avuto nella creazione di Soundtrack un (molto parziale) tentativo di risoluzione, è stato analizzato anche da Slait, responsabile - insieme a Hell Raton - di Machete Gaming, divisione dedicata all’intrattenimento digitale della factory italiana Machete: “La musica su Twitch è un problema”, aveva commentato il Dj e producer a Rockol solo lo scorso 16 febbraio, “Dal punto di vista dei creator è una questione molto delicata: io sono un Dj, se faccio un set e arriva un reclamo rischio uno strike o addirittura un ban, che metterebbe a rischio il mio canale. Tutto sommato, però, sono ottimista: credo che la risoluzione di questo problema sia solo questione di tempo. Penso che presto il nodo delle licenze verrà risolto: ne guadagnerebbero tutti, non solo creator e utenti, ma anche - e soprattutto - le major, che potrebbero monetizzare lo sfruttamento del materiale utilizzato nei contenuti”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.