Ozzy Osbourne: "La cocaina è stata il mio peggior nemico"

L'ex frontman dei Black Sabbath si pente dell'uso di droga eccessivo fatto dalla band durante le registrazioni di "Vol 4"
Ozzy Osbourne: "La cocaina è stata il mio peggior nemico"

Per parlare della ristampa di "Vol 4", il rocker di Birmingham Ozzy Osbourne ha rivelato di essersi pentito per gli enormi quantitativi di droga consumata in quegli anni. Alle fine delle registrazioni del quarto album, intitolato "Vol 4", pare che il disco fosse costato 65.000 dollari mentre il conto speso per le droghe ammontasse a 75.000 dollari, una cifra pazzesca. Dal totale ben 5.000 dollari furono fatti scomparire in un colpo solo per paura dell'arrivo della polizia, episodio raccontato da Ozzy Osbourne nel nuovo singolo con Post Malone "It's A Raid".

Dopo tanto tempo Ozzy sembra essersi pentito dei suoi abusi e in una recente intervista con l'edizione USA di Rolling Stone ha raccontato di come la cocaina abbia creato molti problemi alla band.  "Dovete ricordare che venivamo dalla periferia di Birmingham - racconta Ozzy - e a quel punto eravamo invece con una casa a Bel Air, un disco in testa alle classifiche, la gente conosceva le nostre canzoni e ci sentivamo i re del pianeta, quindi provavamo di tutto. La cocaina ci sembrava fosse la più grande scoperta della nostra vita e pensavamo che quello significava avere successo ma, alla fine, si rivelò essere il nostro peggior nemico. Ci eravamo lanciati a testa bassa in quella merda e alla fine era terribile. Ora mi pento e penso 'Che cazzo avevo in mente quando pensavo fosse divertente fare serata così?'. La notte non finiva mai, continuavi dritto nel mattino seguente".

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.