Arisa: la favola di una popstar

L'abbiamo vista fare di tutto, in questi dodici anni: omaggiare la canzone napoletana, cantare l'indie prima di chiunque altro, duettare con i Club Dogo. Ora va a Sanremo con un pezzo di Gigi D'Alessio. E racconta la sua indipendenza.
Arisa: la favola di una popstar
Credits: Bogdan Plakov

La favola di Rosalba Pippa, detta Arisa, ebbe inizio nel 2009, quando si presentò in gara tra le "Nuove proposte" con "Sincerità", un delizioso brano swing che la cantante lucana - all'epoca 26enne - interpretava sul palco dell'Ariston con quel look bizzarro, tra occhialoni, caschetto e tubino nero, che per almeno un paio d'anni l'avrebbe accompagnata.

Di acqua sotto i ponti ne è passata, da allora. L'abbiamo vista fare di tutto, in questi dodici anni: cantare a Sanremo con le Sorelle Marinetti (trio maschile di attori e cantanti en travesti di genere swing ispirato al Trio Lescano che Arisa portò con sé nell'anno di "Malamorenò"), cantare l'indie prima di chiunque altro (nel 2014 nell'album "Se vedo te" volle interpretare canzoni di autori in quel momento ancora poco conosciuti dal pubblico mainstream come Dimartino, Dente e Marco Guazzone), fare il giudice a "X Factor" (e venire bullizzata dagli altri protagonisti del talent), scalare il Monte Bianco in tv, postare selfie improbabili sui social network, tagliarsi i capelli a zero, omaggiare la canzone napoletana (con "Vasame", dalla colonna sonora di "Napoli velata" di Ozpetek). Non c'è nulla che Arisa non abbia fatto, o quantomeno provare a fare: compreso un duetto con i Club Dogo. "Rifarei tutto, è stato come entrare in tanti mondi diversi per me", dice lei, che di anni oggi ne ha 38 e inagura una nuova fase della sua carriera. Per farlo, ha scelto lo stesso palco che la lanciò: quello dell'Ariston. .

Nonostante la giovane età, Arisa è già una veterana del Festival di Sanremo. Quest'anno gareggia per la settima volta (l'anno scorso Amadeus scartò la sua canzone), ma in passato ha anche collezionato una serie di ospitate e pure una partecipazione come co-conduttrice (nel 2015, accanto a Carlo Conti). Lo vinse due volte: nel 2009 tra i giovani, appunto, e nel 2014 tra i big con "Controvento". Quest'anno si presenta con "Potevi fare di più", scritta per lei da Gigi D'Alessio: "Un autore che ammiro: questa canzone è un abitino cucito addosso a me", racconta. 

Negli anni, il rapporto con i discografici non dev'essere stato sempre idilliaco.

Dopo un lungo trascorso in Warner, nel 2018 la cantante è passata in Sugar: sembrava l'inizio di una nuova era per la sua carriera, invece il rapporto si è limitato ad un solo disco, "Una nuova Rosalba in città". Dentro c'era anche "Mi sento bene", con la quale Arisa sognava di vincere il Festival di Sanremo del 2019 e rappresentare così l'Italia all'Eurovision Song Contest: dovette invece accontentarsi dell'ottavo posto. Oggi incide da indipendente, dopo aver firmato per Believe: "Ora sono padrona della mia musica. Prima non lo ero. E non potevo esserlo perché ero inesperta - dice - oggi mi sento più coraggiosa. Sono io a decidere i tempi, le canzoni. Se c'è una canzone che ritengo bella, la faccio senza vergognarmene. Anche se il mio interlocutore dice che non è granché". .

Tra aprile e maggio uscirà un nuovo album, il settimo. I nomi degli autori coinvolti nel progetto non sono stati resi noti. In passato, oltre alle canzoni frutto del sodalizio con Giuseppe Anastasi (l'autore di "Sincerità", "Malamorenò" e "La notte"), ha cantato anche brani di Cristina Donà, Cheope, Gianluca De Rubertis (ex Il Genio), Giulia Ananìa e pure Cristiano Malgioglio (firmò il testo in italiano di "Amar pelos dois", la canzone del portoghese Salvador Sobral vincitrice dell'Eurovision 2017 che Arisa volle reincidere nel 2019). Sogna forte, come ogni popstar che si rispetti: "Oggi vogliamo somigliare troppo all'America, ma la nostra tradizione è importante e va protetta. Ecco perché dico che vorrei cantare in italiano all'estero. Oppure in napoletano". C'è (ancora) una nuova Rosalba in città?

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.