Festival estivi, l’incognita Covid minaccia la stagione 2021 (e non solo)

L’allarme lanciato da Yourope: ‘Serve un piano di salvataggio’. Nel caso si protragga l’emergenza sanitaria, i promoter potrebbero soccombere finanziariamente
Festival estivi, l’incognita Covid minaccia la stagione 2021 (e non solo)

L’idea era già stata lanciata un anno fa da Michael ed Emily Eavis, organizzatori del festival di Glastonbury, costretti per il secondo anno consecutivo a cancellare la più storica delle rassegne musicali estive sulla sponda orientale dell’Atlantico: senza una condivisione dei rischi tra promoter e istituzioni che rendano possibile l’organizzazione degli eventi anche a fronte di un’evoluzione epidemiologica tutto meno che certa, l’industria della musica dal vivo all'aperto potrebbe fermarsi per sempre, stroncata dalle difficoltà finanziarie causate da due anni di stop.

Benché diverse nazioni come Germania, Austria e Gran Bretagna abbiano elaborato piani di “assicurazione” per rimborsare - seppure parzialmente - le società di live promoting in caso di un prolungamento dell’emergenza sanitaria alla prossima estate, Yourope, l’associazione che rappresenta alcuni tra i principali festival estivi europei, in una nota ufficiale ha chiesto alle istituzioni l’istituzione di un programma a salvaguardia delle grandi rassegne musicali all’aperto, che a pochi mesi dalla prossima bella stagione restano appese alle disposizioni dei governi in materia di contenimento del contagio.

Oltre che precise linee guida perché gli eventi si svolgano in completa sicurezza, Yourope ha chiesto alle autorità che venga stilata una roadmap chiara e trasparente riguardo le tempistiche di allentamento delle misure restrittive. Nel malaugurato caso l’evoluzione della pandemia dovesse imporre lo stop ai grandi eventi europei anche nell’estate del 2021, l’associazione ha richiesto che venga messo in atto un piano di salvataggio che garantisca i promoter in caso di cancellazioni forzate.

“Senza uno strumento di sostegno la pianificazione degli eventi diventerà un’impresa disperata e si fermerà, perché il nostro settore, ridotto allo stremo, non può più fare fronte al peso delle variabili legate al Covid sommate all’ordinario rischio d’impresa”, si legge nella nota di Yourope: “E’ giunto il momento di sviluppare una strategia dedicata ai festival per l'estate 2021. Lo dobbiamo ai milioni di fan che si sono fidati di noi a tal punto da non restituire i biglietti, alle nostre molte migliaia di dipendenti e partner, e a tutti gli artisti, popolari o meno”.

In Europa, al momento, non è stata adottata alcuna tattica comune per prepararsi alle incognite legate alla prossima estate: in paesi come Danimarca e Portogallo le autorità stanno pensando di sfruttare i certificati vaccinali per creare “bolle” Covid-free, ma le incertezze legate alle campagne di immunizzazione legate alla fornitura dei vaccini e l’incertezza che avvolge la progressione della pandemia rendono indispensabili un piano B nel caso il comparto fosse costretto a confrontarsi con il peggiore degli scenari.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.