Sony Music Publishing: nuovo brand e nuovo nome al posto di Sony ATV

Nella legacy dell'editore, anche Michael Jackson e Beatles
Sony Music Publishing: nuovo brand e nuovo nome al posto di Sony ATV

Era il 1995 quando da una joint venture tra Sony Music Publishing e la ATV Music di Michael Jackson nasceva un editore ricco di un catalogo pregiatissimo, Sony/ATV: Michael Jackson, infatti, aveva a sua volta acquisito dieci anni prima il catalogo Northern Songs, inclusivo dei pezzi firmati da Lennon-McCartney (una mossa che incrinò i rapporti tra l'autore di "Thriller" e l'amico Paul McCartney).

Alla morte di Jacko, il 50% della JV era passato alla sua estate, dalla quale poi Sony aveva acquistato l'intera quota nel 2016 diventando proprietaria unica di Sony ATV. Nel frattempo, nel 2012, aveva acquistato anche la maggioranza di Emi Music Publishing, completando l'operazione definitivamente nel 2018.

Oggi Jon Platt, CEO del gruppo, ha firmato un comunicato ufficiale nel quale si annuncia "una nuova identità di marchio con un logo ridisegnato ed una missione rivitalizzata... che riflette l'identità di Sony come una società di intrattenimento con solide fondamenta nella tecnologia”.

Il logo è un disegno astratto che rappresenta onde sonore "i cui riverberi e vibrazioni esprimono le opportunità in grande espansione per gli autori", si legge nel comunicato, nel quale Platt poi continua:

"Sony Music Publishing ha sempre abbracciato il potere del songwriting per connettere le culture e unire la gente. Dalla sua fondazione, Sony Music Publishing ha sostenuto le carriere degli autori e continua a difenderne i diritti. Tornare al nome  Sony Music Publishing ci riconnette alla nostra eredità e unifica ulteriormente la nostra missione e la nostra cultura con quelle di Sony Corporation".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.