Addio a Elliot Mazer, tecnico del suono di Janis Joplin, Neil Young e altri grandi del rock

La morte all’età di 79 anni: accompagnò in studio e dal vivo giganti come Bob Dylan, Frank Sinatra e Byrds
Addio a Elliot Mazer, tecnico del suono di Janis Joplin, Neil Young e altri grandi del rock

E’ morto all’età di 79 anni Elliot Mazer, tecnico del suono fedele collaboratore di Neil Young - per il quale curò l’indimenticabile “Harvest” del 1971, oltre che “Time Fades Away” del 1973, “Tonight's The Night” del 1974, “Everybody's Rockin'” dell’’83 e “Old Ways” del 1984 - e Dream Syndicate (per “Ghost Stories” del 1988 e “Live at Raji's” dell’’89), Big Brother and the Holding Company con Janis Joplin (per il seminale “Cheap Thrills” del 1968), The Band (per le riprese del film-concerto del 1978 “The Last Waltz”) e Bob Dylan, per il quale curò la registrazione del concerto al festival dell’isola di Wight del 1969.

A darne notizia sono stati i Dream Syndicate attraverso i propri canali social ufficiali:

“Siamo molto tristi per la perdita del nostro amico Elliot Mazer”, ha fatto sapere, in una nota, la band di Steve Wynn: “Non scorderemo mai di averlo visto entrare nel nostro studio, ballando e dirigendo e diventando pazzo nel cercare di registrare la migliore take possibile. Ci ha fatto ridere e poi ci ha messo sotto ancora più forte per essere entusiasti come lo era lui. (...) Era unico nel suo genere, e ci mancherà”.

Mazer aveva lavorato con artisti estremamente diversi tra loro, come - per esempio - i Dead Kennedys, con i quali collaborò per “Give Me Convenience” del 1987, e Frank Sinatra, per il quale aveva curato le ristampe postume in DVD di “Live & Swingin’” (del Rat Pack) nel 2003 e “At The Sands” (sempre del 2003), oltre che di “September Of My Years” e “Fran Sinatra and Jobim” del 2004.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.