Marilyn Manson, ora una fotografa: "Quei giochi sessuali perversi con le fan"

Un'altra voce si aggiunge al coro contro la rockstar. È quella di una fotografa che dice di aver assistito nel 2012 a questa scena sul tour bus del cantante.
Marilyn Manson, ora una fotografa: "Quei giochi sessuali perversi con le fan"

La bufera al centro della quale è finito Marilyn Manson all'inizio della scorsa settimana, dopo che l'attrice Evan Rachel Wood ha denunciato pubblicamente di aver subito molestie e abusi da parte del cantante, con il quale ebbe in passato una relazione, è diventata un terremoto. Che giorno dopo giorno scuote la vita della voce di "The beautiful people". Ora a parlare è una fotografa. Erica Von Stein, questo il nome della donna, ha rilasciato alcune dichiarazioni al tabloid britannico "Daily Mirror" denunciando nuove presunte molestie consumate dalla rockstar, stavolta su alcune fan.

La fotografa sostiene che Brian Warner - è il vero nome del 52enne cantante - di fronte ai suoi occhi avrebbe costretto le fan a sottostare a giochi sessuali perversi, facendole prima ubriacare e poi spogliare. L'episodio risalirebbe al giorno di un'esibizione del rocker sul palco di un'arena di Glasgow, il SECC (lì Marilyn Manson si esibì nel novembre del 2012 insieme all'amico Rob Zombie, con il quale era impegnato con un tour congiunto, il "Twis of Evil").

La donna, oggi 29enne, sostiene di aver assistito al concerto sotto palco e di essere poi stata scelta insieme ad alcune fan da alcuni assistenti del cantante per un after-show party sul tour bus:

"Disse che voleva vedere chi aveva le tette e il culo migliori. Tutti erano un po' sorpresi. Lui fece sembrare normale la cosa, come se fosse divertente. Era circondato da persone più anziane ed era prepotente. Non credo che qualcuno fosse davvero in grado di dire di no. All'improvviso volle fare un gioco. Ma non forzò nessuno. Ci colse alla sprovvista. Rimasero lì mentre lui commentava le loro tette e i loro glutei. Si tolsero i reggiseni ma non i pantaloni".

Il tabloid ha fatto sapere di aver parlato anche con altre due donne - delle quali però non vengono riportati i nomi. Una delle due avrebbe detto al giornale: "Le ragazze furono costrette a farlo, mentre erano ubriache. Fu abuso di potere". L'altra, dietro anonimato, ha detto:

"Ero insicura riguardo alle mie tette, quindi mi sentii meglio quando mi chiese se fossero naturali. Non volevo essere pudica. Pensavo: 'Questa è un'opportunità unica nella mia vita'".

Un'altra donna che sarebbe stata sentita dal tabloid, ma il cui nome non viene menzionato (si fa riferimento solo all'età: all'epoca aveva 19 anni), avrebbe detto di essere stata consenziente, salvo poi pentirsene:

"Ero timida, ma lui mi lusingava. Mi toccò il seno. Più tardi mi sentii disgustata, ma dissi a me stessa che era solo il classico comportamento delle rockstar. Mi sono sentita in colpa. Mi ci sono voluti anni per accettare che fosse tutto inappropriato".

Il musicista è stato scaricato sia dal suo manager storico che dalla dalla sua etichetta, nonché attaccato da colleghi come Wes BorlandTrent Reznor, e Phoebe Bridgers

Marilyn Manson, da parte sua, ha smentito le accuse con una nota diffusa dopo la denuncia social di Evan Rachel Wood: "Come è noto, la mia vita e la mia arte sono a lungo state oggetto di controversie, ma queste recenti accuse contro di me sono orribili distorsioni della realtà. Le mie relazioni intime sono state sempre interamente consensuali, con partner che condividevano le mie inclinazioni. Indipendentemente da come e da perché alcune persone hanno ora scelto di raccontare falsamente il passato, questa è la verità".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.