The Weeknd: guarda qui l'esibizione completa al Super Bowl

Un'imponente scenografia, fuochi d'artificio, ballerini, orchestra: la performance del cantante è stata spettacolare.
The Weeknd: guarda qui l'esibizione completa al Super Bowl

Niente ospiti. Con lui, sul palco, "solo" un coro, la band, l'orchestra e un'orda di ballerini. Una performance di appena quindici minuti, incentrata sulle hit che negli ultimi anni hanno permesso al cantante canadese di diventare un punto di riferimento dell'r&b contemporaneo d'alta classifica: da "Can't feel my face" a "Starboy", passando per "I feel it coming" e "Blinding lights".

The Weeknd si è esibito stanotte durante l'halftime show del Super Bowl, la finale del campionato della National Football League, la lega professionistica statunitense di football. Il cantante è arrivato sul palco dell'evento forte del successo di "Blinding lights", il brano dell'album ".After hours" - uscito l'anno scorso - che alla fine del 2020 è risultato essere il più ascoltato dell'annata su Spotify, con 1,6 miliardi di stream. Tra funk, hip hop, r&b, un'imponente scenografia e fuochi d'artificio, la sua performance è stata spettacolare: ecco qui sotto il video completo.

L'edizione 2021 del Super Bowl, la 55esima, si è svolta al Raymond James Stadium di Tampa, in Florida. All'evento hanno assistito 22 mila spettatori, contro i 65.618 che può normalmente ospitare la struttura (la capienza è stata ridotta dell'80 percento in ottemperanza alle norme anti-Covid locali): tra questi anche 7.500 lavoratori del servizio sanitario americano. La finale del campionato di football ha visto i Tampa Bay Buccaneers travolgere i Kansas City Chiefs per 31 a 9. Tra i performer della serata anche Miley Cyrus, che ha portato con sé Billy Idol (ospite del suo ultimo album, "Plastic hearts", uscito a novembre).

L'anno scorso ad esibirsi nel prestigioso spazio dell'halftime show - l'intervallo, per intenderci - dell'evento, tra i più attesi e seguiti negli Usa, erano state Shakira e Jennifer Lopez, accompagnate da Bad Bunny e J Balvin. Nel 2019 la scelta degli organizzatori ricadde sui Maroon 5, l'anno precedente su Justin Timberlake. In passato si sono esibiti all'evento anche Coldplay, Beyoncé, Bruno Mars e Lady Gaga.

The Weeknd, che in occasione dell'esibizione al Super Bowl ha pubblicato lo scorso venerdì "The Highlights", raccolta contenente i brani più significativi della sua carriera dagli esordi ad oggi (fu la hit "Can't feel my face", nel 2015, a lanciarlo), nonostante il successo del suo ultimo progetto discografico non ha ottenuto nemmeno una nomination ai Grammy Awards, la cui cerimonia di consegna si terrà il prossimo 14 marzo allo Staples Center di Los Angeles. L'esclusione non è andata giù al cantante, che ha cercato lo scontro diretto con gli organizzatori.

Abel Tesfaye - questo il vero nome di The Weeknd - ha annunciato la scorsa settimana una data a Milano in programma nel 2022.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.