Covid, live e creatività: i vinili da collezione di Townsend Music

Nella prima di tre brevi puntate dedicate alle interpretazioni più originali dei live ai tempi della pandemia, il caso di un distributore digitale D2C che ha collegato il livestream direttamente al feticcio fisico
Covid, live e creatività: i vinili da collezione di Townsend Music

C’è modo e maniera di declinare l’idea del livestream. Quello di Townsend Music, che opera nella distribuzione digitale – segmento D2C, direct to consumer – va oltre il suo sfruttamento “one demand”: consiste, infatti, nell’applicare al broadcast delle esibizioni dal vivo il modello del collezionismo.

Piattaforma leader nell’hosting di online store digitali di artisti e nella distribuzione di loro audio e video presso i DSP, Townsend Music si è distinta durante la pandemia per avere fissato i concerti online in registrazioni discografiche.

“Discografiche” perché ogni concerto è diventato un vinile ufficiale – o, come alcuni preferiscono identificarlo, un bootleg ufficiale su vinile. E, in ogni caso, un articolo da collezione reperibile solo sulla propria piattaforma e sullo store dell’artista.

Emblema perfetto del progetto è il concerto pre-natalizio organizzato alla O2 di Londra dai Darkness, che ha visto collaborare intorno all’evento della band britannica, oltre la stessa Townsend, anche Live Here Now, AEG e Dice, vedendo coagularsi intorno all’evento la formazione di una piattaforma competa e capace di aggregare i comparti della live promotion, della musica registrata e del ticketing. E’ questa, in breve, la storia di ‘Streaming of A White Christmas’, un live stream convertito in un album dal vivo presentato in ben due formati di vinile: un triplo deluxe di colore verde acceso corredato da ricco booklet e un doppio vinile, venduti al pubblico rispettivamente a 40 e 20 sterline cadauno.

Townsend Music è host di un migliaio abbondante di negozi D2C – cioè: negozi intestati agli artisti stessi – che diventano rivenditori anche di questi vinili da collezione. Il progetto crea valore per l’artista in due forme complementari: quella della raccolta dati (i dati riguardanti la sua fan base) e i ricavi aggiuntivi da vendite di vinile, per i quali evidentemente Townsend trattiene commissioni legate ai costi di produzione sostenuti oltre ad una condivisione dei ricavi.

E’ interessante constatare, infine, come un’idea nata per convertire in formato fisico un evento virtuale e digitale come un concerto dal vivo in streaming possa ora venire applicata in senso più lato, estendendola anche al materiale d’archivio: si pensi, a questo proposito, ai D2C live album già prodotti sfruttando le riprese e l’audio delle library di artisti come Bryan Ferry, Supergrass, James.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.