Hipgnosis: altri 75 milioni di sterline, e Mercuriadis sciorina i numeri

Dopo un 2020 di conquiste e un gennaio 2021 rovente, un febbraio all'attacco
Hipgnosis: altri 75 milioni di sterline, e Mercuriadis sciorina i numeri
Credits: logo aziendale

Il gennaio di Hipgnosis è proseguito esattamente come era andato l'intero 2020: con molte acquisizioni. In quattro settimane il fondo quotato a Londra ha portato a casa i cataloghi di Neil Young (50% ), Jimmy Iovine (produzioni), Shakira (145 canzoni), Bob Rock (produzioni), Lindsey Buckingham. Il tutto anche grazie ad un'estensione di credito da 200 milioni di dollari coordinata da JP Morgan Chase Bank.

Il boss di Hipgnosis, Merck Mercuriadis, nell'annunciare un'altra insiezione da 75 milioni di sterline (oltre 100 milioni di dollari) ottenuta con l'emissione di oltre 61mila azioni ordinarie (che, tra l'altro, sanciscono l'ingresso tra i soci di Morgan Stanley), ha diramato una dichiarazione ufficiale molto articolata, che fa il punto della situazione e dalla quale estrapoliamo alcuni passaggi significativi:

"Il 2020 è stato un anno di trasformazioni per Hipgnosis. In una delle situazioni economiche più difficili delle nostre vite, abbiamo raccolto più capitale di qualsiasi altro fondo di investimento quotato, battendo l'indice FTSE 250 del 21,5% e pagando un dividendo di 5 pence ad azione, il che ci pone al numero 35 tra le società distributrici di dividendi all'interno del FTSE 250".

"In poco più di di due anni dall'IPO abbiamo generato per i nostri azionisti un ritorno sul NAV (Net Asset Value, ndr) del 37.9% , pari al 40.4% in più del FTSE 250 nello stesso periodo".

 

"E per finire, siamo al numero 1 e 2 nell'airplay in UK con Miley Cyrus feat. Dua Lipa e Justin Bieber, due pezzi scritti dal nostro autore Stefan Johnson”.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.