Spotify debutta in Corea del Sud (ma senza versione free)

Il gigante dello streaming sbarca finalmente nella patria del K-pop, il sesto mercato discografico più ricco a livello globale

Spotify è finalmente disponibile anche presso i pubblico sudcoreano: il popolare servizio di streaming musicale, contrariamente a quanto accaduto in altri mercati mondiali - compreso quello italiano - sarà attivo nel paese solo con i piani Premium Individual e Duo, eliminando la possibilità di iscriversi alla piattaforma gratuitamente grazie al supporto delle inserzioni pubblicitarie. Per il lancio la piattaforma fondata e diretta da Daniel Ek ha attivato una serie di promozioni che permetteranno di ascoltare musica senza pagare l’abbonamento per intervalli di tempo compresi tra la settimana e i tre mesi: le offerte resteranno attive solo in caso di iscrizione entro la fine del prossimo mese di giugno.

I responsabili della società hanno definito l’operazione come “un passo fondamentale” nel processo di espansione globale, e non a torto: secondo i dati IFPI riferiti al 2019, quello che fa capo a Seul è, per volume d’affari, il sesto mercato a livello mondiale. Il volano rappresentato dal fenomeno K-pop, che ormai da anni ha varcato i confini nazionali per dilagare a livello globale, ha portato il team di Spotify ad approntare diverse playlist tematiche dedicate alla scena locale come Korean Music Hot Now, FRESH! New Music Korea, Hot Hits Korea e Korean Music Rising.

“Vogliamo sempre essere dove ci sono ascoltatori e artisti, e la Corea è ricca di entrambi”, ha spiegato in una nota Alex Norström, Chief Freemium Business Officer di Spotify: “Questo lancio rappresenta per noi un'enorme opportunità non solo per promuovere la nostra mission di portare contenuti nuovi e di qualità a un maggior numero di spettatori, ma anche per aiutare gli artisti coreani locali ad attingere ai 320 milioni di ascoltatori di Spotify in tutto il mondo”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.