Tony Bennett ha il morbo di Alzheimer

Il 94enne crooner statunitense ha comunque lavorato con Lady Gaga alla realizzazione di un nuovo album in uscita la prossima primavera.
Tony Bennett ha il morbo di Alzheimer

Il 94enne crooner newyorkese Tony Bennett ha rivelato che sta combattendo contro il morbo di Alzheimer. In un articolo pubblicato dal magazine bimestrale statunitense AARP Bennett ha annunciato che la malattia gli è stata diagnosticata per la prima volta nel 2016. Sul suo account Twitter il decano degli interpreti statunitensi ha pubblicato questo messaggio: "La vita è un dono, anche con l'Alzheimer. Grazie a Susan e alla mia famiglia per il loro sostegno e ad AARP The Magazine per aver raccontato la mia storia."

Nonostante stia soffrendo di questa condizione, nell'articolo pubblicato da AARP viene riportato che il cantante ha continuato a lavorare sul sequel dell'album di standard jazz "Cheek to Cheek" (leggi qui la recensione) inciso insieme a Lady Gaga nel 2014. I due avrebbero lavorato al nuovo disco "in sessioni, tra il 2018 e l'inizio del 2020" e se non ci saranno ritardi di qualche genere dovrebbe venire pubblicato questa primavera.

Tony Bennett per la maggior parte del tempo rimane a casa in compagnia della moglie Susan nell'appartamento di New York.

John Colapinto di AARP, che l'ha incontrato, ha scritto: “A Bennett, è stato diagnosticato per la prima volta nel 2016, finora gli è stato risparmiato il disorientamento che può spingere i pazienti a vagare per casa, così come gli episodi di terrore, rabbia o depressione che possono accompagnare lo spaventoso distacco dalla realtà dell'Alzheimer. (.) Ma c'erano pochi dubbi che la malattia sarebbe progredita. Anche i suoi sempre più rari momenti di lucidità e consapevolezza rivelano le profondità della sua debolezza. A un certo punto, mentre io e Susan stavamo chiacchierando, lui ha alzato improvvisamente lo sguardo dal libro che aveva in grembo e, sfoggiando quel sorriso familiare, mi ha chiesto con un sussurro sommesso, 'Com'è il tempo fuori?' Se non avessi saputo che lui e Susan erano appena tornati da una passeggiata con il cane nel parco, forse non avrei sospettato che qualcosa non andasse.".

Colapinto riporta anche di avere visto dei filmati di lui e Lady Gaga mentre sono al lavoro sul nuovo album e di avere visto tutta la difficoltà emotiva materializzarsi sul volto della popstar statunitense. "Il dolore e la tristezza sul volto di Gaga sono evidenti, soprattutto in una sequenza straordinariamente commovente in cui Tony (che lei definisce 'un incredibile mentore, amico e figura paterna') canta un passaggio di una canzone d'amore. Gaga lo guarda da dietro il microfono e il suo sorriso si spezza in un fremito, i suoi occhi sono pieni di lacrime, prima di mettersi le mani sul viso e singhiozzare."

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.