Sanremo 2021, coprifuoco potenziato e zone rosse: ecco il piano della città

Ecco come il Comune prevede di vigilare su ciò che succederà nelle vie intorno alla struttura, da sempre prese d'assalto dagli assembramenti.
Sanremo 2021, coprifuoco potenziato e zone rosse: ecco il piano della città

Coprifuoco potenziato e zone rosse per tenere lontani dall'Ariston e dagli alberghi dei cantanti i fan. Sono solo due dei punti del piano sicurezza elaborato dal Comune di Sanremo parallelamente al lavoro dei funzionari Rai delegati all'organizzazione del Festival di Sanremo 2021 (in programma dal 2 al 6 marzo), che in queste ore sono impegnati con la chiusura del fascicolo che entro domani sera dovrà essere trasmesso al comitato tecnico scientifico per approvazione.

Sul tavolo c'è anche l'ipotesi rinvio del Festival, come continuano a ripetere da ormai un paio di giorni voci insistenti ma non ufficiali: la manifestazione slitterebbe a fine aprile, nella speranza che nel frattempo le misure anti-contagio e la campagna vaccini contengano la diffusione del virus. Agli esperti, tirati in ballo dopo la polemica Franceschini, che ha ribadito un secco no alla presenza di qualsiasi tipo di spettatori (paganti o figuranti), la decisione se confermare o meno il Festival dal 2 al 6 marzo stabilendone pure le modalità (mentre Enzo Mazza di Fimi .suggerisce di prendere in considerazione l'ipotesi di spostare l'evento altrove). Intanto il Comune fa sapere di aver già elaborato un proprio piano sicurezza. Lo anticipa, oggi in un'intervista a "La Stampa", direttamente il primo cittadino, Alberto Biancheri (questo è il suo settimo Festival):

"In sala All'Ariston nelle serate del Festival solo sanitari vaccinati, medici, infermieri, volontari delle ambulanze, operatori socio sanitari. Un modo per ringraziare chi in questi undici mesi ha dato il massimo nella lotta al coronavirus e un efficace messaggio verso quella vaccinazione di massa che ci porterà fuori da questo incubo".

Il sindaco della città dei fiori non parla di pubblico, ma di presenze in sala. E fa sapere di affidarsi ai protocolli che la Rai presenterà al Cts:

"L'Ariston sarà uno studio televisivo, come quelli che continuiamo a vedere in questo periodo. A me non preoccupa cosa può accadere lì, ma il rischio degli assembramenti in città".

In effetti se alla Rai spetterà il compito di garantire la sicurezza all'interno del Teatro Ariston, considerato a tutti gli effetti il quartier generale del Festival, al Comune toccherà vigilare su quello che succederà nelle vie intorno alla struttura, da sempre da sempre prese d'assalto dagli assembramenti. nella settimana della manifestazione:

"Ho piena fiducia nei protocolli che saranno presentati e il Comune farà la sua parte per fare in modo che in alcun modo ci possano essere rischi per le persone. Quest'anno andrà così. È un peccato per la città perché Amadeus ha allestito un gran Festival. La nostra città, che vive di turismo, è in grande difficoltà ma il Festival di Sanremo è un patrimonio nazionale, fa parte della nostra cultura. E se ci sarà una grande audience l'appello a vaccinarsi, con questi sanitari all'Ariston, sarà ancora più amplificato. Slittamenti ad aprile? Non ne so nulla, per me sono confermate le date di inizio marzo".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

Accedi alla web-app gratuita degli effettivi passaggi radiofonici delle canzoni di Sanremo in tempo reale, divisi per categorie Campioni e Nuove Proposte, calcolati da Radiomonitor su un panel di circa 367 emittenti monitorate in Italia.
© 2021 Radio Airplay powered by Rockol - riproduzione vietata.

La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.