Anche l’edizione 2021 del Coachella Festival sospesa per Covid

Dopo Glastonbury, anche gli organizzatori della grande manifestazione californiana devono fare i conti, per il secondo anno consecutivo, con l’emergenza sanitaria: si parla, però, di un rinvio a ottobre
Anche l’edizione 2021 del Coachella Festival sospesa per Covid

A pochi giorni dall’annuncio di Micheal ed Emily Eavis circa la cancellazione per il secondo anno consecutivo del Festival di Glastonbury, anche il Coachella Festival, il grande evento all’aperto ospitato dall’Empire Polo Club di Indio, in California, che tradizionalmente apre la stagione dei raduni outdoor statunitensi, è stato costretto a sospendere la propria edizione 2021 a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19: a farlo sapere è stato Cameron Kaiser, l’ufficiale della sanità pubblica della contea di Riverside.

“A causa della pandemia, il dottor Cameron Kaiser ha firmato un’ordinanza che ordina la cancellazione dei festival Coachella Valley Music and Arts e Stagecoach Country Music programmati per aprile 2021. Attendiamo con impazienza il ritorno di questi eventi”.

Per il momento gli organizzatori non hanno rilasciato dichiarazioni ufficiali, né per mezzo degli account del festival né attraverso i canali di Goldenvoice, la controllata di AEG Live che produce materialmente l’evento: non è chiaro, quindi, se questa possa essere considerata una vera e propria cancellazione - come nel caso di Glastonbury - o piuttosto, come suggerito dal tweet del dottor Kaiser , di una sospensione temporanea.

Il Coachella 2021 avrebbe dovuto tenersi tra i weekend del 9-11 e 16-18 aprile: l’edizione avrebbe segnato la riapertura dei cancelli di una delle rassegne più amate non solo sul panorama americano ma a livello globale dopo la cancellazione dell’edizione 2020, sempre a causa dell’emergenza Coronavirus. Gli organizzatori - che avevano già annunciato nel cast i nomi di, tra gli altri, Travis Scott, Frank Ocean e Rage Against the Machine - cercarono in un primo momento di salvare la situazione rimandando il festival a ottobre, per poi arrendersi definitivamente davanti al dilagare del contagio all’inizio della scorsa estate.

Il rinvio potrebbe essere un’opzione praticabile anche per la prossima edizione: lo scorso mese di ottobre l’edizione statunitense riferì in via ufficiosa di un piano concreto da parte di Goldenvoice per spostare di nuovo a inizio autunno il Coachella 2021. A svelare il piano B sarebbe stata una fonte vicina all’ad di Goldenvoice Paul Tollett: il festival dovrebbe tenersi tra la prima e la seconda settimana del prossimo mese di ottobre. Le uniche criticità nel darne ufficialmente notizia sarebbero legate ai calendari degli artisti, i cui impegni dal vivo futuri sono oggi quanto mai nebulosi a causa dell’andamento imprevedibile della pandemia.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.