Soundreef: tra rap, urban e pop parte la sfida al 2021

La collecting guidata da Davide d’Atri ha iniziato a gestire i repertori di alcuni dei più grandi hitmaker presenti sul panorama musicale italiano

Sarà a trazione rap, trap, urban e - last but not least - pop il 2021 di Soundreef: come già anticipato a partire dalla fine dello scorso autunno, la collecting guidata da Davide d’Atri ha varato una massiccia campagna di acquisizioni che ha visto il roster della società di gestione arricchirsi, a partire dallo scorso primo gennaio, con i nomi di una consistente porzione degli hitmaker attivi sul panorama musicale italiano.

Sul versante rap / trap, Soundreef si è assicurata la gestione dei diritti digital di star di primissima grandezza come Sfera Ebbasta, che dopo essersi messo in tasca cinque dischi di platino con “Rockstar” è stato il primo artista italiano a finire nella top 100 mondiale di Spotify grazie al suo nuovo album “Famoso”, che dalla fine dello scorso dicembre è già stato sei volte in prima posizione nella classifica FIMI/Gfk guadagnandosi a poco meno di un mese dalla pubblicazione già due dischi di platino. Il trapper di “Bottiglie privé”, nella pattuglia dei nuovi acquisti Soundreef, non è l’unico a vantare record nelle chart: insieme a Gionata Boschetti nel roster della collecting è presente anche Marracash, che ha visto il suo ultimo album di inediti, “Persona”, conquistare il titolo di album più venduto nel 2020 in Italia.

Istituzione della scena hip hop milanese - e non solo - è anche Gué Pequeno, anche lui passato alla società di d’Atri a partire dal primo gennaio scorso: il 2020, nonostante il blocco del comparto live, è stato un ottimo anno anche per Cosimo Fini, che ha visto la sua più recente prova in sala di ripresa, “Mr. Fini”, piazzarsi al quinto posto nella graduatoria dei dischi più venduti nel nostro Paese lo scorso anno.

Oltre che dai frontman, Soundreef è stata scelta per il digital anche dai producer: nella scuderia della collecting è entrato anche Charlie Charles, vero e proprio architetto del nuovo sound trap tricolore, storico sodale di Sfera Ebbasta, già co-autore della hit “Cara Italia” di Ghali che - insieme a Dardust - ha sbancato all’edizione 2019 co-producendo “Soldi”, il brano portato al trionfo all’Ariston da Mahmood.

A dare la misura del volume di gestione portato in dote dai nuovi artisti rivoltisi alla collecting di d’Atri per il mercato digitale sono i numeri: Sfera Ebbasta, Marracash, Gué Pequeno, Charlie Charles, Shablo, Ernia, Rkomi, FSK Satellite, Drefgold, Samurai Jay, Daves the Kid, Rosa Chemical, Fishball, Sac1 e Ackeejuice Rockers hanno fatto il pieno di views su YouTube. “L’ingresso in Soundreef di professionisti di questo calibro, con brani spesso in vetta alle classifiche e capaci con le loro idee di produrre grandi successi, dimostra che il nostro impegno nell’innovare, velocizzare e ottimizzare la gestione dei diritti per autori ed editori ha creato servizi in grado di rispondere alle esigenze dei grandi protagonisti del mercato musicale”, ha dichiarato al proposito d’Atri.

Non è solo sul digital, tuttavia, il terreno da gioco sul quale Soundreef ha alzato la posta per l’anno appena cominciato. L’intensa attività sui cataloghi registrata negli ultimi mesi sul panorama internazionale da parti delle grande società di edizioni ha confermato - casomai ce ne fosse bisogno - come la filiera discografico/editoriale contemporanea non possa prescindere da autori e produttori.

Anche se questo versante, la collecting di d’Atri non si farà trovare impreparata: tra le nuove affiliazioni a Soundreef sono da conteggiare anche quelle di Takagi e Ketra, Re Mida del pop da classifica tricolore capaci di vendere oltre 10 milioni di copie in sei anni grazie alle collaborazioni con J-Ax e Fedez, Elodie, Rocco Hunt, Marracash e Boomdabash,a cui si aggiunge il recente singolo con Marco Mengoni (che ha già raggiunto 3milioni di streaming su Spotify).

Anche i frontman di Boomdabash Angelo Cisternino e Angelo Rogoli sono entrati a far parte della scuderia di d’Atri, senza dimenticare Federica Abbate, autrice di successi come “Mediterranea” (disco d’oro + 4 platino) di Irama, “Nessun grado di separazione” di Francesca Michielin (oro + 2 platino) e “A un passo dalla Luna” di Rocco Hunt con Ana Mena (oro+4platino), e Danti, il già frontman dei Two Fingerz produttore delle hit firmate da Fabio Rovazzi “Andiamo a comandare”, “Tutto molto interessante” e “Volare”, che hanno complessivamente registrato oltre 61 milioni di stream su Spotify e più di 466 milioni di view su Youtube.

Nel 2020 Soundreef ha visto entrare nel proprio roster 4500 nuovi iscritti, con un incremento su base annua rispetto al 2019 di dodici punti percentuali: complessivamente la società fondata a Londra nel 2011 ma attiva in Italia dal 2015 gestisce a oggi l’intermediazione per conto di 43mila artisti, 26mila dei quali solo in Italia.

Tra i più recenti nuovi ingressi, oltre a quelli citati sopra, ci sono Diego Calvetti (compositore, musicista e produttore già autore per Noemi, Gianni Morandi, Fiorella Mannoia, Alessandra Amoroso, Francesco Renga, Patty Pravo, Marco Masini, Annalisa, Mietta, Bianca Atzei e Irene Fornaciari, oltre che collaboratore in studio di Ultimo, Modà e Noemi), Roberto Rossi (direttore artistico di Sony Legacy e autore di successi come “Boys” di Sabrina Salerno) e Marco Rinalduzzi, già scopritore di Giorgia e Alex Baroni e titolare di collaborazioni con Andrea Bocelli, Antonello Venditti, Claudio Baglioni, Gianni Morandi e Zucchero.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.