Guarda il trailer della serie tv su Tekashi 6ix9ine

Nel docu-film viene narrata la parabola del rapper newyorkese, sempre in bilico tra musica e crimine.

E' in arrivo un docu-serie in tre parti intitolata 'Supervillain: The making of Tekashi 6ix9ine', dove il rapper 24enne rapper, che risponde al nome di Daniel Hernandez, viene dipinto come un criminale. Come si può arguire dal trailer pubblicato per annunciare l'uscita del film.

La serie narra le imprese del rapper newyorkese, fuori e dentro la musica. Non viene quindi – non poteva essere altrimenti – tralasciata di riportare la sua affiliazione a una pericolosa gang di fuorilegge che lo hanno portato all'arresto e al carcere con l'accusa di associazione a delinquere e possesso di armi da fuoco, dopo oltre un anno di detenzione è uscito di prigione dopo avere favorito, con la sua testimonianza, alla condanna di due membri della pericolosa gang dei Nine Trey Gangsta Bloods.

Alla fine del video promozionale della serie tv, lo si può sentire dire: “I supereroi muoiono sempre, ma i cattivi non muoiono mai. Voglio essere un cattivo." 'Supervillain' contiene una lunga intervista con 6ix9ine che ha avuto luogo dopo che il rapper è stato rilasciato dalla prigione lo scorso anno. Voce fuori campo a narrare la serie quella dell'attore Giancarlo Esposito.

Il documentario è basato su un articolo scritto da Stephen Witt di Rolling Stone USA nel 2019 ed è diretto da Karam Gill. Sarà presentato in anteprima sulle piattaforme on demand di Showtime il prossimo 21 febbraio e si concluderà il 7 marzo.

I guai giudiziari del musicista non si sono chiusi con il rilascio dal carcere. Il mese scorso infatti, secondo quanto è stato riportato, due persone hanno intentato una causa contro 6ix9ine per una vicenda risalente all'aprile 2018. I due sostengono di essere stati rapinati, armi in pugno, nell'atrio di un edificio di New York. 6ix9ine però aveva già ammesso il suo coinvolgimento nel crimine come parte di un patteggiamento con le autorità statunitensi.

Nell'ottobre del 2020, è stato anche citato in giudizio per "violenza sessuale su minori, abusi sessuali su minori e inflizione di stress emotivo". A coinvolgerlo in questa brutta storia è stato un video pubblicato dal rapper nel 2015.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.